testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Bari? Città sparagnina

Bari è la seconda città d’Italia nella lotta agli sprechi: lo dimostra uno studio della Commissione del governo per l’attuazione del federalismo fiscale, pubblicato ieri sul Sole 24 Ore, che passa in rassegna le uscite di tutti i Comuni italiani mettendole in relazione sia alle caratteristiche del territorio sia ai servizi effettivamente offerti per individuare i livelli ottimali di spesa per ciascun ente.

Ebbene, a fronte di un fabbisogno standard valutato dalla Copaff in 70,6 milioni di euro, il Comune di Bari ne spende solo 42,3. In altri termini riesce a garantire l’attività amministrativa e il funzionamento della macchina comunale risparmiando 28,3 milioni di euro su quelli teoricamente necessari.

"Un risultato eccezionale che conferma una volta di più sia la solidità del bilancio comunale sia la validità delle scelte compiute nella gestione, e che dà atto del grande lavoro fatto in questi anni per individuare gli sprechi e tagliare tutte le spese superflue" ha dichiarato Michele Emiiano, sindaco di Bari.

"Bari è la seconda città d’Italia ad amministrare al meglio il denaro dei cittadini. In questi anni abbiamo tagliato tutte le spese superflue continuando a garantire il funzionamento della macchina comunale. In un Paese normale questo dovrebbe garantirci un’integrazione delle risorse disponibili. Invece rischiamo ancora una volta di essere penalizzati dalle scelte di un governo che, in continuità con il precedente, in questo anno non ha fatto altro che colpire gli enti locali senza tagliare un euro del funzionamento dello Stato né ridurre in alcun modo il debito pubblico. La situazione sta diventando assolutamente ingestibile." ha ribadito Emiliano.

"Se il governo dovesse confermare l’intenzione di operare nuovi tagli ai danni degli enti virtuosi saranno i sindaci italiani a guidare un’insurrezione civile. Lo dico sin d’ora: Bari non applicherà nessun taglio ulteriore al bilancio comunale perché siamo al limite e perché intendiamo continuare a dare priorità ai bisogni della povera gente. Di questo si dovrebbe parlare in campagna elettorale, non delle false promesse di Monti e Berlusconi."

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %