testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Bari povera o povera Bari?

Bari - Mancava l'omicidio, in piena e popolosa mattinata a San Pasquale, che, forse non tutti lo sanno, è un quartiere diviso fra zona "alta", dove ci si può anche pavoneggiare d'abitarvici, e zona "bassa" in cui invece abbondano le classi meno agiate. Fra proletariat e lumpenproletariat, se volessimo sfoggiare qualche esame di dottrine politiche.

Bari si sta degradando, quasi a vista d'occhio e non solo perchè chiudono i negozi (la Confesercenti ha rilasciato dati allarmanti: nei primi due mesi del 2013 si sono aperti 33 nuovi negozi ma 69 hanno abbandonato per sempre il mercato), ma perchè è la città nel suo complesso che sta attraversando la crisi sbiadendosi sempre più, perdendosi dietro a progetti solo annunciati e a piccolissimi passi concreti. "Se a questo si aggiungono i problemi denunciati in questi giorni da numerosi cittadini e relativi alla sicurezza, all’igiene e al degrado ambientale in città, è evidente come il capoluogo di questa regione sia abbandonato a sé stesso e vittima di una gestione politico-amministrativa spiccatamente e irrimediabilmente autoreferenziale, considerato che lo stesso sindaco, invece di dare spiegazioni e fornire soluzioni, taccia i suoi cittadini di“percezione distorta della realtà” scrive in un comunicato il Senatore PDL Luigi D'Ambrosio Lettieri.

L'annunciata chiusura della Bridgestone e la paventata delocalizzazione di altre grandi aziende che facevano di Bari una discreta realtà industriale sono colpi di grazia su un tessuto già sdrucito e mal messo. Il grande salto verso la città metropolitana rischia di non avvenire mai per non parlare della candidatura a capitale europea della Cultura per il 2019. 

E poi, non dimentichiamo i 30 mila polveri, il 60 per cento di giovani disoccupati cui vanno aggiunti quelli che non studiano più e non cercano nemmeno il lavoro. Il tutto in un clima generale di incertezza e angoscia, anche esistenziale cui certo non corrispondono sufficienti mezzi e risorse da parte dei servizi sociali.

 Ma non sembra che la politica, di maggioranza o opposizione che sia, oggi abbia nemmeno le parole giuste per dire cosa andrebbe fatto. Per non parlare delle idee, quei pensieri lunghi di cui tutti sentono la mancanza.

 

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %