testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Decentramento, la proposta di Realtà Italia per i tre Municipi

A proposito del decentramento amministrativo e alla costituzione dei futuri Municipi, Il neo-costituito gruppo consiliare di Realtà Italia al Comune di Bari, formato da Pietro Albenzio, Andrea Dammacco e Fabio Ladisa, ritiene che l'Amministrazione debba rispondere pienamente alle aspettative della cittadinanza, visto l’attuale delicato momento storico , politico e economico.

In particolare con quanto si propone si guarda a:

  • una significativa riduzione dei costi della politica e della macchina amministrativa;

  • una maggiore efficienza nei servizi come risposta alle domande dei cittadini.

Il che si otterrà con una cospicua riduzione dei rappresentanti elettivi in seno al consiglio dei Municipi senza tuttavia snaturare le legittime aspettative di rappresentanza del territorio. Inoltre sarà necessario razionalizzare e ridurrei costi della macchina amministrativa, salvaguardando comunque la qualità dei servizi e investendo in maniera adeguata, sia in termini di trasferimento di risorse finanziarie sia di assegnazione di risorse umane.

Tutto questo è urgente, visto che le attuali Circoscrizioni, ad oggi, riescono ad evadere solo poche funzioni di quelle effettivamente trasferite dall’Amministrazione Comunale; infatti basta considerare che il numero di personale distaccato presso le attuali nove Circoscrizioni ammonta ad appena 162 unità rispetto alle circa 2.200 unità nel suo complesso e che le risorse finanziarie assegnate si sono rivelate ampiamente insufficienti rispetto alle esigenze manifestate dai cittadini.

Pertanto, la proposta di Realtà Italia è quella di ricondurre l’attuale sistema a soli tre Municipi e precisamente:

A): Santo Spirito – Palese - San Paolo – Stanic - Libertà Marconi – S.Girolamo – Fesca;

B): Picone – Poggiofranco- Carbonara - Ceglie – Loseto, Murat – S.Nicola;

C): Japigia -Torre a Mare, Carrassi - S.Pasquale – Mungivacca, Madonnella)

Risultano in tal senso prioritarie le seguenti ragioni :

  • i tre territori sono coincidenti con gli attuali uffici distrettuali-sociali del Piano Sociale di Zona, che comporta una adeguata risposta in termini socio-sanitari ai cittadini;

  • i tre territori sono, dal punto di vista demografico, distribuiti, per quantità, in maniera omogenea;

  • da una riparametrazione del numero dei municipi e dei rappresentanti eletti si otterrebbe una riduzione significativa di costi, che per la durata dell’intero mandato risulterebbe essere pari a circa 7 – 8 milioni di euro

Inoltre, Realtà Italia condivide quanto già proposto nell'atto di indirizzo politico dall’Amministrazione Comunale che prevede per ogni Municipio un Presidente e tredici Consiglieri a fronte degli attuali nove Presidenti e centoquarantatre Consiglieri.

Leggi anche:

Decentramento, domani un incontro in Comune

Decentramento, le proposte dei Comitati e la conferenza di M5S

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %