testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Foggia, sul bilancio Mongelli perde pezzi

 

Alla fine il commissariamento e lo scioglimento del Consiglio Comunale sono stati evitati sul filo di lana.

A Foggia il sindaco Mongelli incassa in extremis il “sì” dell’assise municipale al conto consuntivo, ma ne esce politicamente a pezzi. Non solo per l’ormai tradizionale parere contrario unanime del Collegio dei Revisori, ma perché la maggioranza di centrosinistra-centro che governa la città dal 2009 ha perso almeno un quarto dei suoi effettivi. Solo 17 i voti arrivati, sui 25 teoricamente disponibili. 

A determinare la diserzione non solo gli scivolosi numeri del bilancio, che malgrado la politica di lacrime e sangue presenta un disavanzo di quasi 35 milioni di euro, ma anche il mal di pancia politico: dopo l’aperta rottura con i socialisti e il grande gelo con i centristi dell’Unione di Capitanata, Mongelli è alle prese con il marasma del Partito Democratico, nel quale crisi nazionale e tensioni locali sembrano destinate a sommarsi. Il mandato si trascina stancamente verso la sua conclusione, che a questo punto difficilmente sarà anticipata.

Nel frattempo i cittadini attendono l’arrivo dell’ennesima stangata fiscale, quella resa necessaria dal ricorso alla “tenda ad ossigeno” del decreto salva-città.

Scritto da Enrico Ciccarelli
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %