testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Ruvo, rinviati a giudizio in 18 per i Pon del Liceo Scientifico

Dopo 3 anni di indagini della Polizia sono stati notificati nella giornata di ieri numerosi provvedimenti di rinvio a giudizio per una inchiesta che interessa il Liveo Scientifico di Ruvo di Puglia a proposito di presunti affidamenti illeciti di P.O.N. (Programma Operativo Nazionale), fondi messi a disposizione degli istituti scolastici per progetti formativi. Parecchie migliaia di euro da affidare e con cui vengono pagati esperti esterni, professori che si dedicani ai progetti fuori dall'orario di lavoro e quantaltro.

In molti casi un vero e proprio panorama formativo a disposizione degli studenti, ma che finisce, soprattutto, per avere la funzione di "elargire" qualche contrattino qua e là.

Il provvedimento, a firma del GIP F. Messina è stato notificato all'ex Provveditore agli Studi di Bari (in quiescenza) Giovanni Lacoppola, al dirigente scolastico Biagio Pellegrini e ad altri 16 soggetti coinvolti nell'inchiesta.

Le indagini, non poco difficoltose, hanno consentito  di acquisire elementi di prova a carico del dirigente Pellegrini e di altri 13 docenti su presunti abusi circa l'attivazione di un progetto PON «in violazione al decreto del Ministero della P.I. ponendo in essere atti illegittimi ed arbitrari».

In buona sostanza il dirigente avrebbe affidato, eludendo i poteri del Consiglio di Istituto, vari incarichi a professori compiacenti, escludendone altri.

L'inchiesta, come specifica anche il sito web Lo Stradone è partita dalla denuncia di un docente che, per la sua protesta, sarebbe stato escluso da qualsiasi attività progettuale e sottoposto a provvedimento disciplinare.

Il dirigente ed il suo vice sono accusati anche di peculato, per aver affidato un incarico a parenti "consentendo di beneficiare illecitamente del denaro stanziato per il progetto".

Gli agenti hanno riscontrato anche il coinvolgimento del Provveditore agli studi, il quale è stato ritenuto responsabile, quale concorrente estraneo, di aver agevolato e favorito il dirigente scolastico per aver ottenuto da quest'ultimo emolumenti rinvenienti dal Progetto "Eurodimensione" in qualità di esperto esterno. Per l'ex Provveditore i reati contestati sono: abuso d'ufficio e omissione in atti d'ufficio.

Inoltre sono stati rinviati a giudizio altri 13 docenti che prestavano servizio persso il Liceo Scientifico "Tedone" negli anni 2004 -2009; due docenti esterni ed il direttore amministrativo per abuso d'ufficio, falsità ideologica e materiale, peculato. Per alcuni di essi vi è anche l'accusa di truffa aggravata.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %