testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Multiservizi Bari: sugli stipendi i sindacati alzano la voce

 

Bari - Ritrovano voce e nerbo quando si parla di soldi i sindacati della Multiservizi Bari, la Spa di cui il Comune è unico socio, già protagonista di diverse inchieste giornalistiche e della magistratura, quest'ultima interessata particolarmente dall'influsso di un clan malavitoso di Japigia, quello Parisi, che per anni, almeno fin quando a presiedere l'ente è stato il defunto Vito Ferrara, aveva letteralmente spadroneggiato.

Le Segreterie territoriali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs Uil non usano giri di parole a seguito dell’incontro con il CdA della Barimultiservizi in merito alla volontà, manifestata dal Comune di Bari, di imporre alla società la riduzione delle retribuzioni dei lavoratori riportando le stesse ai livelli del 2011, assumendo “errata e forzata interpretazione della spending review”.

“L’azienda – spiegano i dirigenti sindacali – ha convocato le organizzazioni sindacali per riferire di un’ulteriore sollecitazione pervenuta dall’assessore alle partecipate del Comune di Bari, Alfonso Pisicchio, circa l’immediata applicazione della riduzione salariale”.

“Abbiamo ribadito al presidente Olivieri – continuano i sindacati – che le retribuzioni dei lavoratori non devono essere in alcun modo toccate, anche perché la società applica un contratto di natura privatistica, il Ccnl del terziario commercio, e di conseguenza ogni pur minimo intervento in tal senso vedrà la nostra decisa reazione, sia in termini legali che si iniziative volte a una massiccia mobilitazione”.

E ancora. “Non riusciamo a comprendere per quali motivazioni il Comune di Bari sia l’unica amministrazione pubblica in Puglia a voler ridurre le retribuzioni, mentre sono numerosi gli esempi, sia a livello comunale che provinciale, di amministrazioni che stanno agendo a garanzia dei diritti dei lavoratori delle rispettive società partecipate. Inoltre, non bisogna dimenticare che il blocco delle retribuzioni potrebbe anche delineare profili di incostituzionalità, pregiudicando fortemente la libertà e la titolarità sindacale di contrattazione, anche con riferimento al contratto integrativo aziendale recentemente rinnovato”.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %