testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Bari: totocandidato sindaco - La quarta via della Digeronimo e un candidato occulto per il Pdl

Mentre si va concretizzando la candidatura di Antonio Decaro nel centrosinistra per la corsa a sindaco di Bari dopo le due legislature di Michele Emiliano, nel Pdl tutto sembra fermo al nome di Francesco Schittulli, anche se, secondo i bene informati, non sarebbe più lui in pole position per la "nomination". Un nome di "alto" lignaggio potrebbe attualmente essere nascosto ai più, ma se ne saprà maggiormente quando a Bari si avrà ufficialmente il passaggio a Forza Italia, e dunque si potranno contare i fuoriusciti ed i reduci.

Ma non sono i soli nomi che stanno circolando nei salotti baresi e nelle segreterie di partiti e movimenti politici.

Non è un mistero che Fratelli d'Italia, per bocca di Marcello Gemmato, punta a larghe primarie allargate ed aperte al centrodestra, e lo stesso Gemmato non fa mistero che il nome migliore spendibile per il centrodestra è quello di Filippo Melchiorre, uomo di valore e dalla lunga esperienza nelle sale del Comune, a dispetto della sua ancor giovane età.

E poi c'è l'elemento di "disturbo", una "quarta via" che potrebbe scompaginare le carte e che in molti, a destra ed a sinistra, vedono bene come possibile carta da giocare. Un po', in fondo, come Michele Emiliano stesso che, da magistrato e prima della sua prima candidatura, era visto bene come possibile candidato sia dal centrodestra che dal centrosinistra (ovviamente prima che scegliesse il Partito Democratico e ne diventasse dirigente e segretario regionale).

Parliamo di Desirèe Digeronimo. A spingere perchè il magistrato sciolga la riserva ed accetti ufficialmente la propria candidatura a sindaco di Bari è il Coordinatore Regionale di Puglia in Movimento Ninni Borzillo, che su questa linea sembra avere identità di intenti con Realtà Italia, il movimento politico nazionale fondato da Giacomo Olivieri, il primo a indicare senza tentennamenti l'ex pm della DDA di Bari come successora di Michele Emiliano.

A parlarne con i giornalisti c'erano Oltre a Borzillo, anche Michele Fusaro, già consigliere comunale due legislature addietro e Stefano Pozzi, che per P.M si occupa soprattutto dei temi e dei problemi dei settori produttivi e industriali.

"Puglia in Movimento - ha ribadito Ninni Borzillo - si colloca bene al centro ma guarda con interesse e rispetto a sinistra: intendiamo sostenere una transizione nella continuità e in considerazione delle cose fatte bene da Emiliano, che lascia un Comune in ordine e finanziariamente virtuoso" ha sottolineato.

"Stiamo costruendo una federazione di liste e associazioni" ha ricordato Borzillo proprio per avere conforto di una base larga, motivata e soprattutto di grande sostegno alla Dottoressa Digeronimo, quando vorrà sciogliere la sua riserva".

Fra le proposte più innovative che PM presenterà al prossimo candidato,, c'è anche l'istituzione di una delega ad hoc per la Zona Industriale di Bari "dove moltissime aziende stanno soffrendo  non solo per la crisi ma anche per una certa disattenzione da parte dell'amministrazione comunale"  ha detto Stefano Pozzi.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %