testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Bari, a piccoli passi verso la Smart City

 

A piccoli, ma decisi passi, verso l’obiettivo Smart City. Interventi di sistema e complessi che, in una visione d’insieme ed in una programmazione a medio termine permetteranno anche al Comune di Bari di raggiungere un obiettivo di efficientamento globale della città.

Ma il pensiero “smart” non è soltanto il concretizzarsi di pratiche di risparmio energetico, ma anche la capacità di trasmettere all’intera comunità cittadina gli obiettivi, coinvolgendo i cittadini nella messa in opera di buone pratiche. Rectius pratiche smart.

Gestione real time dei consumi energetici, sviluppo della generazione distribuita e produzione di energia da fonti rinnovabili, nuovi modelli di gestione di reti e di edifici, riqualificazione energetica degli edifici scolastici e del patrimonio immobiliare pubblico… questi alcuni degli interventi Smart che il Comune di Bari, membro del Patto dei Sindaci dal 2010, ha presentato ieri, mercoledì 24 ottobre presso il Politecnico di Bari, in occasione del Comfort Technology la quarta tappa un Roadshow organizzato da MCE – MOSTRA CONVEGNO EXPOCOMFORT, la manifestazione biennale leader mondiale nell’impiantistica civile e industriale, nella climatizzazione e nelle energie rinnovabili e DBInformation, content company specializzata nell’informazione in ambito BtoB.

La riqualificazione energetica dei 120 edifici scolastici comunali permetterà di evitare l’immissione di 1.758 tonnellate di CO2 l’anno, un risparmio di energia primaria del 30%, una riduzione del fabbisogno di energia termica del 9,24% e una riduzione del fabbisogno di energia elettrica del 32%.

L’edilizia Smart è una priorità per il settore delle costruzioni sia per la riqualificazione energetica del patrimonio esistente che per i nuovi edifici efficienti, e rappresenta oggi un punto di partenza fondamentale per la costruzione delle Smart Cities, luoghi in cui gli edifici possano dialogare con il territorio e ottimizzare così consumi energetici e costi.

“Promuovere il miglioramento della prestazione energetica degli edifici, sostenere la diversificazione energetica e conseguire gli obiettivi nazionali in materia ambientale saranno gli obiettivi che l’industria del comparto costruzioni, impiantistica e idrotermosanitario avrà nei prossimi anni e sono certo che sarà pronta ad evolversi puntando sulla ricerca del valore aggiunto, che specialmente nel settore dell’Energy Technology vuol dire servizi e soluzioni personalizzate per rispondere alle esigenze di un nuovo modo di vivere e consumare.“ ha commentato Massimiliano Pierini, Business Unit Director Reed Exhibitions Italia e Direttore MCE – Mostra Convegno Expocomfort .”Un tema che sarà sviluppato ampiamente anche durante la prossima edizione di MCE in programma dal 18 al 21 marzo 2014 in Fiera Milano.”

“Nell’ambito delle iniziative di attuazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile , l’Amministrazione ha rivisitato il regolamento edilizio comunale con disposizioni che orientano verso una migliore efficienza energetica dei processi edilizi e che prevedono incentivi per coloro che realizzano edifici efficienti e sostenibili dal punto di vista ambientale. – ha dichiarato Pasquale Capezzuto (di cui pubblichiamo anche una breve intervista video), Coordinatore del Programma Bari Smart City, Comune di Bari – Coinvolgere il sistema edilizio nel cammino verso la Smart City è per noi fondamentale; i criteri adottati dal nuovo regolamento non solo migliorano il confort abitativo ma coinvolgono le aziende nella ricerca di soluzioni tecnologiche avanzate improntate alla sostenibilità, aumentano la stima degli edifici sul mercato e contribuiscono alla riduzione dei consumi energetici e dei costi in bolletta per i cittadini”.

Dalla gestione energetica alla mobilità, dai rifiuti all’acqua, le smart cities possono rappresentare una importante occasione di crescita per tutti: pubbliche amministrazioni, imprese, università, enti di ricerca e cittadini che grazie ad un obbiettivo condiviso, potrebbero contribuire ad accompagnare il paese verso una ripresa economica, sociale e culturale.

Il Comune di Bari ha aderito il 30 luglio 2010 al Patto dei Sindaci e dovrà raggiungere entro il 2020 gli obiettivi climatici ed energetici dell'Unione Europea: ridurre le emissioni di CO2 di oltre il 20%; aumentare l’impiego delle rinnovabili da utilizzare nella produzione di energia elettrica, nel riscaldamento e nel raffrescamento (trigenerazione); aumentare l’efficienza degli usi finali di energia; far crescere la quota dei trasporti pubblici e delle nuove modalità di trasporto sostenibili. L’obiettivo è importante ed impegnativo, ma Bari può farcela. In palio c’è una migliore qualità della vita ed una nuova sostenibilità ambientale.

embed video plugin powered by Union Development
Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %