testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Foggia, il cartello della benzina e delle assicurazioni penalizza la città

Il distributore di carburante a marchio Coop Estense è aperto, a Foggia, da poco meno di un mese ma già è diventato un problema per i gestori delle altre stazioni di servizio. Foggia: caro carburante, benzinai protestano e minacciano sciopero
"Non siamo contro la Coop Estense ma contro le compagnie petrolifere che da tre anni speculano ai danni dei cittadini foggiani", tengono a precisare i gestori foggiani
.

I gestori appartenenti a tutte le compagnie presenti in città già la scorsa settimana si sono riuniti in un’affollata e partecipata assemblea nella locale sede di Confcommercio per affrontare in modo organico le questioni che riguardano la categoria, non escludendo la possibilità di una serrata che rischia di mettere in crisi la mobilità cittadina.

La protesta riguarda le politiche commerciali delle grandi compagnie che penalizzano con prezzi più alti il territorio foggiano con la motivazione che si tratterebbe di un’area poco interessante commercialmente e soprattutto senza la presenza di "pompe bianche" in grado di avere prezzi più bassi.

Per cui in assenza di una reale concorrenza fare cartello è stato facile ed ovvio per le compagnie, e chi ne paga le conseguenze sono in primo luogo i gestori, costretti a prezzi minimi decisamente troppo alti rispetto a quelli applicati dal ditributore della Coop.

“Benvenuta la nuova stazione di servizio della Coop Estense che ha rotto gli equilibri perversi con la sua iniziativa commerciale, scoprendo la truffa perpetrata ai danni dei cittadini foggiani, ma la situazione deve cambiare per tutti”, hanno sottolineato i rappresentanti dei gestori.

“Sono pienamente solidale con i distributori e soprattutto con gli utenti, gravemente penalizzati da un cartello di fatto messo in atto da anni dalle principali compagnie petrolifere sul territorio foggiano, e oggi messo in crisi dall’apertura di un distributore di carburante a marchio Coop Estense, che abbassando il costo del carburante stesso sta provocando una serie di reazioni e disagi destinati a sfociare in una serrata generale”. Il Consigliere regionale, Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, paventa i rischi di un possibile blocco del rifornimento, e invita “chi di dovere a fare chiarezza su quanto successo in passato – cercando di capire perché a Foggia si è pagato e si continui a pagare il carburante a un prezzo più alto rispetto alla media nazionale - e quanto sta accadendo in queste settimane, per evitare ulteriori possibili speculazioni, il caos generalizzato e allentare la tensione, attraverso il dialogo e il confronto tra tutte le parti interessate”.

“Gli automobilisti foggiani già sono vessati da polizze assicurative stratosferiche e da aumenti continui e indiscriminati - sottolinea - aggiungere a questi anche un costo del carburante ingiustificabile, se confrontato con altre realtà vicine e lontane, vuol dire certificare un’odiosa e inaccettabile discriminazione. Resa evidente dall’apertura di un nuovo distributore, che non può ovviamente bastare a soddisfare l’utenza di una città intera, senza considerare i paesi limitrofi, e che deve indurre la concorrenza ad attuare una politica commerciale ben diversa, finalmente all’insegna del’equità” la sua conclusione.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %