testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Anche a Cerignola nasce Movimento per An

 

In seguito alla manifestazione del 9 novembre a Roma “Ripartire da An per unire la destra”, quando, davanti a tremila persone, Fli, La Destra, Io Sud, Fiamma Tricolore e altre sigle della galassia della destra italiana hanno presentato il Movimento per l’Alleanza Nazionale (numerosa la partecipazione pugliese e foggiana in particolare con una buona presenza di cerignolani) anche a Cerignola è stato dato corso a quanto stabilito a livello nazionale tra i diversi partiti di destra che hanno deciso di unirsi per intraprendere un percorso unitario.

A renderlo noto i Coordinatori cittadini dei movimenti di destra presenti a Cerignola: Enzo Pece di Fli, Franco Merafina di Io Sud, Lugi Radi per Fiamma Tricolore, Gerarda Bellino per La Destra, tutti provenienti da Alleanza nazionale, con il giovane Radi che ha militato anche in Azione Giovani..

“La destra – affermano - è ai minimi storici, per questo è necessario unire le forze per tornare a dare una casa comune ai tanti elettori di destra delusi dal Pdl e da Grillo.”

Alle ultime politiche la destra a Cerignola ha raggiunto il peggiore risultato di sempre a causa delle divisioni e del Pdl che, pur non avendo più nulla di destra, ne prese, temporaneamente, i consensi.

L’area di destra a Cerignola oggi riparte da 977 voti, pari al 3,8%, delle ultime politiche sicuramente destinati ad aumentare con il ritorno ad An come già tutti i sondaggi confermano.

Un pacchetto determinante di consensi per le prossime amministrative quando il quadro politico rispetto alle politiche sarà completamente mutato.

Con il ritorno a Forza Italia e la scissione di Alfano, cosa faranno ora gli ex An?

Alcuni di loro hanno già contattato l’ex Sindaco di Roma Alemanno e la sua associazione Prima l’Italia, altri hanno incontrato Tatarella.

Chi ha una storia a destra e una dignità da salvare non ha intenzione di finire in Forza Italia, anche alla luce di quanto accaduto con il recente rimpasto in giunta.

Il Pdl non esiste più, i suoi consiglieri ne sono usciti malconci e ridimensionati, con Vitullo e Casarella verso il partito di Alfano, mentre i 4 del Gam resterebbero in Forza Italia.

Forza Italia a Cerignola prendeva, nei tempi d’oro di Berlusconi, il 9% con An oltre il 30%.

Figurarsi ora con la scissione di Alfano e il Nuovo Centrodestra. C’è spazio, quindi, a destra, tanto spazio.

“Adesso aspettiamo gli altri” dicono quelli del Comitato costituente per Alleanza Nazionale.

“Il Movimento per Alleanza Nazionale, infatti, è solo un primo passo per un nuovo contenitore di destra in grado di raccogliere tutta la nostra gente in una casa più grande. Partiamo dalla Federazione dei nostri movimenti perché consapevoli che è fondamentale allargare gli orizzonti della destra. “

“Siamo certi – concludono - che i tanti elettori di Alleanza nazionale, che in questa città ha raggiunto in passato percentuali importanti essendo la terra del fondatore della destra democratica, Pinuccio Tatarella, si uniranno a noi per costruire una destra di governo in grado di tornare a ben amministrare Cerignola, come la destra di An ha già fatto, insieme a tutte le forze civiche che hanno a cuore il bene della nostra Città".

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %