testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Decentramento? Amministrazione assente sul nodo delle sedi

L’Amministrazione comunale di Bari continua a restare imballata, e la cultura del decentramento, nonostante sia ormai una priorità (a parole) del Comune, continua ad essere del tutto assente. Nell’incontro della commissione tecnica comunale Municipi, tra i vari problemi di bilancio e personale è stato posto anche quello delle sedi, anche in considerazione del nuovo e cospicuo Personale da trasferire.

Come è noto l’art. 30 co. 1 dello Statuto comunale richiede che la sede della circoscrizione/municipio sia possibilmente baricentrica r...ispetto al territorio con locali e uffici accentrati. Orbene, definendo le circoscrizioni per ora A – B – C – D – E, dove A e B rappresentano le due autonomie di Carbonara-Ceglie-Loseto e S.Spirito-Palese, indi C e D rispettivamente le due grosse circoscrizioni da circa 100.000 abitanti, quella del mare che va dal Libertà a Torre a mare, e poi quella della fusione delle circoscrizione III^ e VI^ ed infine San Paolo e dintorni con sbocco a mare, si potrebbe ipotizzare la sefuente proposta:

Circoscrizione/Municipio A

L’attuale sede risulta precaria, va ristrutturata e resa agibile prevedendo ulteriori locali per allocare nuovo Personale tecnico e ammnistrativo conseguente alle funzioni attribuite. In alternativa va studiata una sede pubblica aggiunta lungo la via Ceglie:

Circoscrizione/Municipio B

Sopraelevazione di 1 piano sull’attuale sede. In aggiunta alla sede anagrafe e stato civile;

Circoscrizione/Municipio C

Locali ristrutturati, tra Palazzo della Regione e della Provincia o altre soluzioni in locali cmq pubblici ed esistenti

Circoscrizione/Municipio D

Palazzina comando della ex-Caserma Rossani, da ristrutturare:

Circoscrizione/Municipio E

Attuale sede da ristrutturare e finalizzare.

Naturalmente tutte le sedi di anagrafe e stato civile esistenti vanno confermate, come pure i locali per la Polizia urbana.

Senza perdere tempo, vanno progettati i lavori di ristrutturazione e modifica, che possono trovare finanziamenti dalla UE con la precisazione che si tratta di interventi propedeutici all’istituzione dell’Area metropolitana di prossima definizione. Con un po’ di intelligenza politica e amministrativa è possibile raccogliere risultati, sempreché ci sia la volontà politica di realizzare interessi utili alla comunità. Naturalmente la conditio sine qua non è che la Giunta comunale sia conseguente al deliberato del consiglio comunale che ha nuovamente fissato il termine perentorio del 31 dicembre 2013, Del C.C. n. del 65 del 5 nov 2013, in cui attribuire le funzioni proprie, relative quote certe nel bilancio (bilancio partecipato), e personale tecnico-amministrativo necessario. In assenza non penso che il Prefetto di Bari possa indire le elezioni circoscrizionali o municipali che dir si voglia.

Assistere, ancora una volta, alla lottizzazione delle 5 future presidenze, è veramente squallido.

di Antonio Gadaleta

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %