testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Forconi a Valenzano: il Sindaco sponsorizza le proteste

"Caro papà, sono stanco: non voglio più subire i tuoi continui sopprusi. La tua ingombrante presenza ha reso invivibili i miei pochi spazi in questa casa. Basta, ho deciso: vado a vivere da solo! Ho trovato un appartamento che fa al caso mio. Mi pagheresti l'affitto?".

Succede a Valenzano. Ci si lamenta dello Stato, ma si chiede alle sue propaggini territoriali un sussidio per urlare contro di Lui. Lunedì 16 dicembre un corteo promosso dal movimento dei Forconi ha manifestato per le strade del piccolo comune alle porte di Bari. Rabbia e delusione protagonisti assoluti: capeggiati dal leader provinciale del movimento di protesta Gianfranco Cascione, artigiani e commercianti hanno esternato tutto il loro sdegno per casta e macchina statale.

Valenzano però non è che una remota provincia ai confini del regno. Non è quello delle saracinesche, che al passaggio del corteo s'abbassano all'istante, il rumore che farà tremare il Governo. Il vero rumore, la vera rivoluzione, va fatta a Roma, a circa 450km da Valenzano.

Serve un autobus: e chi lo paga? I Forconi valenzanesi non hanno dubbi: il Comune. I manifestanti si dirigono verso il palazzo comunale, chiamano a gran voce il Sindaco Antonio Lomoro e chiedono che questi gli fornisca un secondo mezzo, per poter partecipare numerosi al raduno nazionale previsto nella Capitale il 18 dicembre.

Il Sindaco acconsente. Sarà lo stesso Gianfranco Cascione a ringraziare pubblicamente l'Amministrazione Comunale di Valenzano con un post su Facebook, datato martedì 17 dicembre:  "Un ringraziamento al Sindaco del Comune di Valenzano con la sua giunta che si sono autotassati per poter prendere un Autobus". Lo stesso Sindaco ha precisato, sempre tramite Facebook, che si è trattato di un contributo a titolo personale, "senza costi aggiuntivi per l'Ente".

Valenzano ha mandato in scena un vero e proprio corto-circuito culturale: il popolo, rancoroso verso tutto ciò che è politica e istituzione, chiede alla politica e all'istituzione un sostegno economico per mandarli "tutti a casa". La politica e l'istituzione, intanto, si confondono tra la folla dei manifestanti, un po' per paura di farsi riconoscere, un po' per riciclare ed alimentare il proprio consenso elettorale.

Scritto da Lino Castrovilli
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %