testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Inceneritore Borgo Tressanti: mai alzare la guardia

Inceneritore di Borgo Tressanti, non è il caso di alzare bandiera bianca. Almeno: noi non intendiamo farlo.

Siamo ostinati fino alla testardaggine, ma la importanza del tema è tale da giustificare qualunque ostinata insistenza.

Il ricorso straordinario è andato in malora, beffardamente, per un errore di procedura incredibile; ma forse, fa capire il Consiglio di Stato, c'era anche un vizio di intempestività.

Succede così quando si fanno le cose alla "carlona", di mala voglia, tanto per salvare la faccia e le apparenze. Senza il nostro stimolo (ancora non esisteva La Cicogna) ne' il Pdl di Giannatempo, ne' il PD di Valentino ricorsero al TAR; rimedio certamente più incisivo del Ricorso Straordinario.

Adesso vogliono convincerci che non ci sia più nulla da fare,ma non è così. Residuano in capo al Primo Cittadino importanti poteri di vigilanza e di controllo: è pur sempre tenuto il Capo della civica amministrazione a controllare immissioni e attività inquinanti che riguardino il proprio
territorio.

Il non rimpianto assessore Palladino ha recentemente denunciato l'isolamento in cui si è trovato ad operare quando era in carica.

Fermo restando che il verbo "operare" riferito a Palladino è un ironico eufemismo, la tardiva doglianza non fa che confermare il nostro assunto di sempre:
Sinistra e destra furono e sono complici di quell'insediamento mortifero per i cittadini e la nostra economia agricola.

Sinistra e destra sono in perfetta continuità nel " manovrare " a favore delle lobby economiche potenti, sacrificando gli interessi collettivi.

Ora si può ancora opporsi. Prima di tutto informandosi con i dirigenti del gruppo Marcegaglia sullo stato dell'opera; sugli esperimenti di accensione effettuati, come provano decine di filmati che girano in rete; si deve verificare se e quante accensioni ci sono state e con quali risultati.

Si deve monitorare l'impianto e la zona su cui sorge. Disporre verifiche tecniche. Pretendere di essere informati e soprattutto non rinunciare a controllare, verificare, sorvegliare. Cercare i dati e le conferme a questa chiara e netta convinzione: nell'impianto non tutto funziona, non tutto procede come avrebbero voluto lor signori.

Che succede a Borgo Tressanti?

Cosa sono quei fumi? Cosa quell'odore nauseabondo?

Che trasportano i camion che abbiamo visto in giro e che qualcuno ha filmato?

Sono cose che avvengono sulla soglia di casa nostra, che hanno ricadute sul nostro territorio.

Perchè e a chi giova tanta rassegnata inerzia?

PD e PDL vollero questo mostro, finsero di volerlo combattere, omettendo le iniziative dovute ed opportune.

Il tempo passa, le speranze, però,n on sono ancora morte, sempre che veramente si voglia fare qualcosa sul serio.

Franco Metta
M.P. La Cicogna
Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %