testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Artelier: una petizione per mantenerla in vita

Scandaloso, inammissibile, assurdo. Sono le amare parole con cui amici e sostenitori di Artelier etichettano la chiusura della sartoria teatrale di Bari,  eccellenza artistica ed artigianale del territorio pugliese. Eppure, attraverso una petizione online - disponibile qui - sono gli stessi amici e sostenitori a reclamare la scrittura di un nuovo atto della storia che con l'evento Consòlo Meridionale pareva essere giunta al capolinea.

"In pochissimi giorni la petizione ha raggiunto quota 350 firme - racconta Luigi Spezzacatene, deus ex machina di Artelier - La cosa che mi sta colpendo è la provenienza di queste firme. Accanto agli amici pugliesi non mancano testimonianze di vicinanza provenienti da altre città italiane e addirittura europee, per esempio dal Regno Unito". 

Ad ogni firma, viene spedita una mail ai soggetti istituzionali a cui la petizione è destinata: il sindaco di Bari Michele Emiliano, i presidenti della Provincia di Bari e della Regione Puglia, Francesco Schittulli e Nichi Vendola, e Massimo Bray, Ministro dei Beni e delle Attività culturali. Intorno a questa vicenda, "il silenzio più fragoroso è proprio quello istituzionale - commenta amaramente Luigi Spezzacatene - In particolare, di quella parte politica che di legalità, trasparenza ed occupazione giovanile ha fatto la propria bandiera".

Non usa mezzi termini l'imprenditore barese che ha assistito impotente all'escalation di eventi e circostanze negative che hanno portato alla chiusura della sua creatura. "La fine di Artelier è un agguato feroce ad una realtà che stava facendo il suo lavoro egregiamente, a quanto dicono tutti - racconta Luigi -  È il paradigma del trattamento a cui in Italia vengono sottoposte le verità scomode per potentati e lobby: insabbiare è la norma".

L'affetto dei sostenitori, intanto, ha già fatto un piccolo miracolo. "Molte sollecitazioni ci hanno convinto a mantenere Artelier aperta sulla scia dei riscontri ottenuti da Consòlo Meridionale - anticipa Luigi Spezzacatene - La mostra sarà prorogata probabilmente dal 8 al 23 gennaio. La seconda tornata si concentrerà sul cinema indipendente, in particolare su alcuni corti d'autore che verranno presentati dagli stessi registi".

Scritto da Lino Castrovilli
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %