testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Bari: il delitto del Poma

Era il 2000 e a Bari era Sindaco Simeone Di Cagno Abbrescia. Fra i suoi Assessori c'era Michele Roca, Alleanza Nazionale, con la delega alla Mobilità e al Traffico. E' a lui che si deve l'idea del P.O.M.A., un sistema di video controllo dei principali accessi al centro murattiano, costato circa due miliardi di vecchie lire e mai entrato in funzione. Le telecamere, infatti, non risultarono omologabili e dunque mai avrebbero potuto essere accese e controllare nulla e nessuno.

Le postazioni istallate furono 19. Insomma uno spreco di denaro e un brutto elemento nel già non esaltante panorama urbano della città di Bari. Un po' come le famose fontane a mare, volute questa volta da un Assessore di Michele Emiliano, Emanuele Martinelli, costate oltre 300 mila euro, entrate in funzione per pochissimo tempo e poi frettolosamente abbandonate al loro destino per il costo esorbitante della loro manutenzione, in presenza di fondale sabbioso e maestrale frequente (arrivavano docce d'acqua gelata, salmastra e anche poco pulita in alcuni casi, fin sul lungomare).

Dopo 14 anni e tre amministrazioni, di cui due di centrosinistra guidate da Michele Emiliano con Antonio Decaro assessore al "ramo" traffico e mobilità, a poco più di tre mesi dalle prossime amministrative in cui è candidato sindaco proprio Decaro, è arrivato il momento di smantellare, al costo di 45 mila euro, le inutili e ingombranti postazioni.

La coincidenza dello smantellamento e della campagna elettorale non è sfuggita a Forza Italia: "Ci sembra doveroso sottolineare come l’intervento di installazione dei dispositivi di controllo automatico degli accessi alla città fosse stato programmato e progettato dai vertici della Stm (ora Amtab), gli stessi che nel 2004 sono stati riconfermati dalla giunta Emiliano per essere transitati sul carro dei vincitori. Ora ci domandiamo perché nel 2005, quando da poco si sapeva della incollaudabilità delle strutture del Poma, né l’Amtab tanto meno la giunta Emiliano della quale faceva parte come assessore alla Mobilità proprio Decaro, pensarono di attivare un’azione risarcitoria nei confronti dell’azienda che si era aggiudicata l’esecuzione dei lavori?"

Al contrario, pensarono bene, il 31 marzo 2005 con determina dirigenziale 2005/160/00093 della Ripartizione Traffico facente capo proprio all’attuale candidato sindaco della sinistra, di proporre – quale conseguenza diretta di precedenti valutazioni risalenti al 2003, tanto per intenderci quando nulla si sapeva sulla impossibilità di collaudare le opere realizzate – l’appalto di manutenzione del sistema di controllo automatizzato degli accessi per un importo di poco più di 35mila euro.
"Non si può certo pensare che nel 2005 gli amministratori comunali fossero all’oscuro della vicenda. Forse è in questa direzione che gli organismi contabili dovrebbero aprire le verifiche del caso. Arrivare con dieci anni di ritardo a rimuovere opere pericolanti, prevedere nonostante tutto una delibera di manutenzione inutile nel 2005 e non aprire a tempo debito il contenzioso è o non è spreco di denaro pubblico?" concludono in un comunicato Luigi D'Ambrosio Lettieri e Giuseppe Loaicono, che di FI è Consigliere Comunale.
Non entra direttamente nella polemica Antonio Decaro che si è limitato a commentare: " “Dieci anni di politiche sulla mobilità dell’amministrazione Di Cagno Abbrescia  si sono concretizzati in una sola iniziativa, il POMA: telecamere e sistema di controllo degli accessi al centro cittadino non omologati dal Ministero dei Trasporti, e che non sarebbero mai stati omologabili. L’esempio di come non si spendono i soldi dei cittadini”

 

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %