testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Associazioni, ecco come rilanciare Taranto

No tax area e fiscalità di vantaggio per risollevare Taranto. Confcommercio, confartigianato e confagricoltura di Taranto, hanno presentato un documento al sindaco di Taranto in vista del prossimo incontro del 24 Marzo con i rappresentanti del nuovo governo Renzi. 

"Taranto - si dice nel documento - è la città in Italia danneggiata e martoriata dall'industria di Stato. La creazione di una No tax area o fiscalità di vantaggio è uno dei sistemi per risarcire le popolazioni locali e rilanciare l'economia. Industrie che furono costruite per dare posti di lavoro e che invece ora non offrono lavoro ma hanno distrutto l’immagine della città di Taranto e delle sue eccellenze oltre ad aver creato un danno ambientale ed alla biodiversità’ irreparabile".

Il danno alle attività turistico - commerciali , artigianali ed agricole è evidente ed è sicuramente necessario che l'area Tarantina sia messa nelle condizioni di attrarre investimenti. L'idea delle associazioni di categoria stanno nella creazione di una no tax area, l'attuazione di zone burocrazia zero, fiscalità di vantaggio, l'attuazione di zone a burocrazia zero, l'abbattimento dei costi di approvvigionamento dell'energia, gas e carburanti, la creazione di una task force per ottenere i fondi europei Horizon e Cosme.

"Si tratta di valutare la possibilità per l’Area di Taranto - continua il documento - di applicare un'esenzione decennale per nuovi investimenti ed un "Opting out" dal contratto collettivo di lavoro per le imprese residenti nell’area di Taranto, huge city, e di individuare effettivi risparmi nell’approvvigionamento di energia sia elettrica che gas ed anche nel settore carburanti per autotrazione e riscaldamento, le misure agevolative dovrebbero essere rivolte sia ai cittadini che alle imprese, queste misure non solo attrarrebbero investimenti a prescindere dalle dotazioni infrastrutturali, che comunque servono a servizio della produzione, ma ridurrebbero drammaticamente tutti i fenomeni distorsivi di intermediazione pubblica".

"Non parliamo di un sogno ma di uno strumento di politica economica che serve ad abbattere i costi, ad aumentare l'occupazione, a preparare una programmazione di sviluppo".

Scritto da Andrea Dammacco
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %