testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Cerignola, restaurata una statua del 700 della ex Chiesa Madre

Il patrimonio artistico e culturale di Cerignola si è arricchito di una nuova, prestigiosa, importante e ammirevole opera d’arte. Fino a qualche tempo fa era una statua trascurata e danneggiata, dalla incuria e dalla insipienza degli uomini.

E’ stata affidata al laboratorio del professor Cilli. E’ stata restaurata finemente. Dalla sera del 30 marzo è patrimonio della Città. Un gruppo scultoreo del 700, rappresentante una Pietà e gli Angeli della Passione, attorno alla immagine di Cristo Morto.

Restauro voluto dalla Curia Vescovile, dall’Amministratore della Parrocchia all’epoca, Don Carmine Ladogana, dall’allora Vice Parroco, oggi Parroco, don Giuseppe Gaeta, dalla Confraternità della Parrocchia di San Francesco, con la Priora Mimma Gallo.

Una opera mirabile, di enorme impatto emotivo; un volto di Madonna che è un autentico capolavoro. Un insieme artistico e mistico riacquistato al Patrimonio Culturale della Nostra Città. Il prof. Cilli, che sta curando la esecuzione del restauro del Coro del Duomo Tonti, ha documentato le varie fasi del Restauro.

Sua Eccellenza il Vescovo, ha illustrato il significato artistico ,culturale, storico dell’opera; evocando, in un passaggio di speciale suggestione, anche quella che é l’influenza addirittura  geografica nella realizzazione delle opere d’arte, specie di quelle di contenuto religioso.

Un altro pezzo che si aggiunge al già ricchissimo panorama di importanti opere d’arte, che la nostra Città vanta.

Il che ci fa pensare a come Cerignola con il Suo patrimonio artistico e culturale di grande rilievo,con lo scrigno costituito dalla preziosa ex Chiesa Madre,con la unicità del Piano delle Fosse,con la Maestosità del Duomo Tonti, presto portato a nuovo splendore anche nei Suoi interni, con le altre mille attrazioni culturali e artistiche,possa e debba diventare tappa del turismo culturale e religioso che si indirizza alla nostra Provincia.

Quanti pellegrini visitano quotidianamente, provenendo da città lontane e anche lontanissime, la Tomba di Padre Pio, la Chiesa intitolata a San Pio, i santuari di San Michele e San Matteo?

In questo tour provinciale,Cerignola avrebbe titolo per inserirsi. L’opera nazionale dei Pellegrinaggi non sarebbe – noi crediamo – disinteressata.

Il patrimonio di Cerignola andrebbe in sinergia con quello di Ascoli Satriano, con quello delle altre città ricomprese nella Curia Vescovile di Cerignola –
Ascoli Satriano. Che da quindici anni si giova dell’opera di recupero e restauro di cui Mons. Felice Di Molfetta si è sempre reso promotore.

Questo giro artistico – culturale avrebbe l’epicentro nel Museo Diocesano. Toccherebbe anche le Opere custodite in Episcopio e riportate al loro
splendore.

Se fosse praticabile Torre Alemanna… Se avessimo un assessore alla cultura…

Sogni, per ora; progetti e realizzazione in un domani sempre più prossimo.

Ovviamente... nessun Amministratore in carica era presente alla presentazione del capolavoro settecentesco e dal Civico consesso né un euro, tanto meno un segno di interesse. Ovviamente.

di Michele Monterisi
M.P. La Cicogna
Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %