testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Anche la Fondazione Tatarella contro l'edificio sulla banchina del Porto

Anche la Fondazione Giuseppe Tatarella ha firmato la petizione contro la costruzione di un nuovo edificio pubblico sulla banchina del porto di Bari ed ha partecipato alla manifestazione indetta in città sabato scorso.

In ballo ci sono, infatti, i lavori per l’ampliamento della sede degli uffici OO.MM. del Provveditorato interregionale alle OO.PP. di Puglia e Basilicata. La struttura sorgerà sull’area demaniale nei pressi di largo Ruggiero il Normanno, a pochi metri dal Castello Svevo.

Bari, sottolinea la Fondazione Tatarella, ha bisogno di riacquistare il suo rapporto con il mare e questa nuova barriera di cemento va nella direzione opposta. Il Comune ha in corso alcuni lavori, peraltro inspiegabilmente interminabili, per la ristrutturazione di Piazza Massari. Iniziativa lodevole, che, però, poteva essere meglio realizzata, pensando, appunto, a un progetto generale che, partendo da Corso Vittorio Emanuele, arrivasse sino al porto, realizzando un primo affaccio della città sul mare e valorizzando una passeggiata intorno al Castello, oggi non molto frequentata.

La Fondazione apprezza una certa sensibilità già manifestata sul tema dall'on. Decaro, ma chiede al neo Sindaco di Bari di emanare un provvedimento d'urgenza che sospenda l'iter amministrativo della concessione edilizia, in attesa di trovare una idonea soluzione alternativa.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %