testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Via Sparano: Pensieri e parole di Roberto Antonacci

 

“La festa è finita, gli amici se ne vanno”, recitava una canzone di Ornella Vanoni del 1967. 46 anni dopo, in un tardo pomeriggio di febbraio, via Sparano da Bari ha ospitato una festa molto particolare: molti musicisti della città si sono riuniti nella più popolare strada del centro per stare vicino ai busker, coloro che suonano “a cappello”, rendendo più vivo il passeggio e lo shopping per pochi euro.

Organizzatore, suo malgrado, dell'incontro, è stato il chitarrista Roberto Antonacci, che si è subito adoperato nel movimentare i musicisti baresi dopo aver appreso che un trio di busker, i Sembianze umane, hanno rischiato la multa per aver suonato in via Sparano con l'ausilio di un ridotto sistema di amplificazione. 

“È stato flower power, bellissimo!” è il commento del giorno dopo di Roberto Antonacci, colpito dalla “passione negli occhi dei musicisti e la gioia negli occhi degli anziani”. In effetti, uno spettacolo come quello di sabato pomeriggio è piuttosto raro, con un fiume di chitarre, voci e percussioni che ha inondato via Sparano al ritmo di Obladì Obladà.

La bella immagine, però, nasconde un lato più amaro. Nelle parole di Roberto, c'è una punta di dispiacere per “la mancanza dell'abbraccio del Sindaco Michele Emiliano. Siamo tutti suoi figliocci alla fine, e molti di noi lo hanno sostenuto in passato.”, anche se  “voglio credere che sia stato bloccato da cose più importanti”. Dispiacere che si trasforma in una leggera vena polemica quando, a proposito del rapporto fra musicisti ed istituzioni, Roberto ricorda che “quando si parla di musica ed eventi a Bari, si parla di accordi stipulati 20 anni fa. Se penso ai soldi spesi per il Medimex, che è un evento a pagamento, mi sento male”.

Rincara la dose: “La musica a Bari sembra più una cosa per burocrati che per artisti. Tutto ciò che viene finanziato passa solo ed esclusivamente in mano alle solite persone ed ai soliti progetti, come Time Zones”.

Ai tanti aspiranti Suonatori Jones di Deandreiana memoria, restano quindi le briciole, oltre al piacere di lasciarsi ascoltare.

Scritto da Lino Castrovilli
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %