testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Om Carrelli, una giornata drammatica ai cancelli di Bari

E' una giornata drammatica per i 224 operai della Om Carrelli Elevatori della zona industriale di Bari Modugno. Questa mattina, infatti, come preannunciato dalla direzione aziendale, erano state programmate alcune operazioni di sgombero e di trasferimenti di macchinari e di alcuni carrelli elevatori dall'interno dello stabilimento di Modugno. Momenti di grande tensione tra i lavoratori, i sindacati, la direzione dello stabilimenti e le forze dell'ordine, sul luogo in tenuta antisommossa per evitare e prevenire possibili scontri.

Da questa mattina numerosi dipendenti dell’azienda stanno effettuando un blocco d’accesso allo stabilimento per impedire ai tir della Kion di portare via gli ultimi materiali conservati, che indirettamente significa la definitiva dismissione dell'opificio e, di conseguenza, l'impossibilità del rinnovo della cassa integrazione straordinaria per le maestranze baresi.

“I macchinari non usciranno dall’azienda. È questa l’unica speranza per no restare senza prospettive.” Dichiarano i lavoratori che stanno picchettando gli ingressi del capannone con il sostegno dei sindacati: ”Abbiamo sul luogo anche delegati sindacali di altre fabbriche in segno di solidarietà – spiega Saverio Gramegna della Fiom Cgil di Bari – e c’è stata una mobilitazione rapida. E’ assurdo che non ci siano note ufficiali sul destino della fabbrica dopo l’accordo sottoscritto al ministero”.

Dal 29 aprile, infatti, era programmato un ulteriore incontro a Roma per un tavolo tecnico sulla vendita della Om Carrelli Elevatori di Bari e sul futuro dei lavoratori impiegati in Puglia.

Sulla vicenda è giunto anche l'appello del candidato sindaco di Mosugno Saverio Fragassi.

"La mia solidarietà personale ai lavoratori della Om Carrelli Elevatori impegnati in una vertenza che non è solo occupazionale ma anche di sopravvivenza. Da semplice candidato sindaco di Modugno – ha detto Saverio Fragassi, portacolori della coalizione di civiche e del centro-destra - non ho il potere di agire come, invece, vorrei. Quello che, però, posso fare sin da subito è sollecitare i parlamentari dei partiti che mi sostengono a farsi portavoce presso il Ministero dello Sviluppo Economico e sollecitare un nuovo incontro tra proprietà e sindacati. I 224 lavoratori attendono dal 29 aprile una convocazione che non arriva ancora: non chiedono certo la luna nel pozzo ma almeno sapere a che punto sia la trattativa e quale futuro è dietro l’angolo. Chiedo, dunque, ai rappresentanti politici della mia coalizione di prendere a cuore la vertenza Om e fare in modo che la trattativa possa riprendere il prima possibile."

Leggi anche:

Om Carrelli, un dietro front inspiegabile (3 maggio)

Vertenza OM Carrelli: arriva il lieto fine (15 gennaio)

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %