testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Miroglio, ci sono buone prospettive di rilancio

Dopo la grande delusione della Qbell, che prima aveva siglato un accordo per la reindustrializzazione degli impianti di Ginosa e Castellaneta della Miroglio, per poi sospendere il progetto, ieri c'è stato una riunione a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Ecco, in proposito, le dichiarazioni, positive e possibilistiche, dell'assessore al Lavoro della Regione Puglia Leo Caroli.

“Il Ministero dello Sviluppo Economico, nell’odierno tavolo per la crisi Miroglio, nel prendere definitivamente atto della sospensione del progetto Qbell, ha presentato le altre manifestazioni d’interesse alla reindustrializzazione degli stabilimenti di Ginosa e Castellaneta.

Si tratta dei piani industriali di due differenti aziende che prevederebbero complessivamente investimenti pari a 3 milioni di euro ed il riassorbimento di circa 100 lavoratori dalla platea dei “Miroglini” in mobilità.

Inoltre, ha comunicato l’avanzamento positivo delle interlocuzioni in corso con altre 2 aziende che hanno contattato il Mise: potrebbero divenire ufficialmente delle manifestazioni d’interesse alla deindustrializzazione”.

"Incontrerò in Puglia tutte le 4 aziende interessate nei giorni del 7 e dell’11 ottobre prossimi" ha sottolineato l’assessore Caroli.

Entreremo nel dettaglio dei loro progetti industriali e dei piani formativi, acquisiremo garanzie sulla sostenibilità finanziaria delle iniziative. Tanto da preparare adeguatamente il prossimo tavolo ministeriale, già fissato per il 21 ottobre, che dovrebbe chiudere la fase delle valutazioni per avviare, come tutti ci auspichiamo, quella attuativa dei progetti.

Tre saranno soprattutto le questioni che la Regione Puglia intenderà metteresul tavolo della vertenza per gli stabilimenti jonici:

  1. La prima riguarda il confermato impegno strategico a favore della reindustrializzazione di entrambi gli stabilimenti di Ginosa e Castellaneta.
  2. La seconda attiene alle manifestazioni d’interesse odierne: è evidente che, a monte, c’è stato un continuo ed intenso lavoro preparatorio, che ha coinvolto tutte le istituzioni locali, e che ha visto in prima linea la Regione Puglia e le sue tecnostrutture”.
  3. La terza è riferita al mandato (oneroso quanto produttivo) che la Miroglio ha conferito all’azienda di scouting.

Purtroppo, guardando ad altre crisi industriali, ciò è esattamente quello che i tedeschi della OM non fanno, impedendo di fatto la reindustrializzazione degli stabilimenti di Bari.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %