testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Fuori Mercato? Se ne parla a Lecce

 

Andare "fuoriMercato". Cosa significa? Tra welfare, cultura, territorio e prospettive di ripartenza economica, sabato prossimo, 21 dicembre, alle ore 18.00, alla sala Open Space in Piazza S. Oronzo, a Lecce si proverà a ragionare sulla possibilità/opportunità di andare…”fuoriMercato”.

L’appuntamento, che gode del Patrocinio del Comune di Lecce e sostiene la candidatura di Lecce a Capitale europea della Cultura 2019, sarà introdotto dal sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e animato dagli interventi del presidente del “Movimento Social Popolare”, Mario De Cristofaro, e del consigliere comunale di “Lecce Bene Comune”, Carlo Salvemini.

A dare il la al dibattito, un contributo video del corrispondente del TG1 da Londra, già direttore del Giornale Radio Rai, Antonio Caprarica.

Il giornalista di “Porta a Porta” Mauro Giliberti si insinuerà – alimentando il confronto – tra consonanze e dissonanze che emergeranno.

Organizza Giorgio Demetrio, giornalista.  

Ma perché “fuoriMercato”?

Perché il laissez-faire è degenerato nella forma di un’ideologia mercatista a tal punto tirannica da essersi accreditata come “modello” che non prevedrebbe paradigmi di definizione delle politiche sociali, economiche, del lavoro, sostanzialmente alternativi. La sinistra di marca PCI-PDS-DS (nelle componenti di respiro socialista che non intendono abdicare a “seduzioni” liberaldemocratiche) ha da interrogarsi sulle sue prospettive ora che il “renzismo” detterà tempi e modi della ristrutturazione del PD e calamiterà un fronte di consenso destinato a rompere il perimetro tradizionale dei partiti e delle coalizioni.

Dall’altra parte, posto che “destra” non rimi con “berlusconismo”, che la traccia partitica di quella tradizione (Msi - An e le microformazioni che da essa hanno avuto origine) si sia liquefatta, che una qualsivoglia “destra” sia assente da qualsivoglia dibattito politico, metapolitico, culturale, questo spazio – per riedificarsi - può e deve puntare tutte le sue fiches sulla vocazione sociale, sulla tendenza a Conservare con approccio “futurista”.

Destra (annichilita) e sinistra (in ritirata) hanno la chance di riaffermare le ragioni di rispettiva esistenza, scrivendo insieme – senza annacquare le differenze che devono continuare a caratterizzarle - un’agenda di scopo. Welfare, modello produttivo, ecosostenibilità, cultura, politica estera: le forze che respingono l’aggressione mercatista proprio adesso hanno l’opportunità di parlare con una voce sola.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %