testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

A Lecce la Prima Conferenza degli Ingegneri del Mediterraneo

Sud Europa, Nord Africa e Medio Oriente insieme per facilitare la cooperazione tra gli Ingegneri e promuovere lo sviluppo e la salvaguardia dell'Area del Mediterraneo. E’ questo l’obiettivo della Prima Conferenza dell'Ingegneria del Mediterraneo che si terrà nei giorni 8 e 9 maggio 2014 a Lecce, nella sede del Castello Carlo V.

La Conferenza è organizzata dal Consiglio nazionale degli Ingegneri, dalla Consulta degli Ordini degli Ingegneri di Puglia e dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce e ha ottenuto il patronato e la cooperazione della WFEO (World Federat/on of Eng/neers' Organizations) ed il consenso di tutte le principali Associazioni internazionali di ingegneri dell'area: CLAIU-EU (CouncilAssociations Long CycleEngineers), ECCE (EuropeanCouncil of C/vilEngineers), ECEC (EuropeanCouncil of EngineeringChambers) , FAE (Federation of ArabEngineers) e FEANI (EuropeanFederafion of National EngineeringAssociafions).

Tre giorni di convegni, dibattiti e approfondimenti che vedranno protagoniste le Associazioni internazionali di Ingegneri dell’Area del Mediterraneo e le principali organizzazioni nazionali di 18 Paesi dell'area mediterranea. In avvio dei lavori sarà sottoscritta che una Dichiarazione di Intenti condivisa che impegna le Organizzazioni di Ingegneria dei Paesi Mediterranei (EAMC) firmatarie, sotto l’egida della Federazione Mondiale delle Organizzazioni di Ingegneri (WFEO), a stabilire le basi generali per la cooperazione permanente per lo sviluppo delle società mediterranee e a collaborare per attuare iniziative, attività di studio ed eventi allo scopo di raggiungere questo obiettivo.

I Programmi di collaborazione, nel dettaglio, dovranno svilupparsi secondo linee guida specifiche. Prima fra tutte l’istituzione di una rete permanente utile a facilitare la libera circolazione degli Ingegneri nell’area mediterranea e garantire il reciproco scambio di informazioni sul sistema di istruzione nazionale e professionale. Ma anche contributi a indagini e rapporti internazionali, quali ad esempio il rapporto Unesco sui problemi e le opportunità di crescita per gli ingegneri.

Saranno istituiti, inoltre, Tavoli Tecnici su argomenti tematici relativi all’area mediterranea con l’esperienza e la collaborazione dei Comitati Permanenti della WFEO che lavoreranno a:

  • Promuovere lo sviluppo sostenibile di energie rinnovabili, tetti ecologici, illuminazione elettrica efficiente, e progettazioni nel rispetto dell’ambiente.

  • Condividere e trasferire tecnologie innovative, relative in particolare all’acqua pulita e fognature, sistemi di riciclo dell’acqua, trattamento dei rifiuti.

  • - Salvaguardare il patrimonio culturale e sociale, promuovendo il restauro e il miglioramento dell’ambiente costruito.

  • Promuovere la riduzione dei rischi delle infrastrutture dovuti al cambiamento climatico e ai disastri naturali o provocati dall’uomo.

Durante la Conferenza saranno organizzate due Tavole rotonde che vedranno la partecipazione di eminenti relatori e saranno coordinate dal Giornalista Andrea Pancani, Vicedirettore dell'emittente televisiva La7.

Il primo incontro tematico accenderà i riflettori su una indagine redatta dal CNI con il contributo dei Paesi partecipanti che verte sui vari sistemi formativi e professionali, ai fini di agevolare la mobilità degli ingegneri nell'area. I lavori della seconda tavola rotonda si concentreranno, invece, sulla salvaguardia del patrimonio culturale e sociale. Ma anche sul recupero, sul restauro e sul miglioramento dell'ambiente costruito.

“L’iniziativa nasce dall’urgenza di trovare una soluzione concreta alla crisi che ha colpito inevitabilmente anche il nostro settore professionale – dichiara il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce Daniele De Fabrizio - Prendendo spunto dall’esperienza di alcuni colleghi salentini che hanno esplorato il mercato del lavoro estero spostandosi in Romani, Algeria, Albania e Marocco, abbiamo immaginato di costituire una vera e propria rete che favorisca e agevoli tale mobilità. E ciò anche in virtù del ruolo strategico che la Puglia, e il Salento in particolare, rivestono nel contesto dell’area mediterranea. Il nostro lembo di terra potrebbe essere la piattaforma logistica per ogni tipo di scambio, sia esso culturale che commerciale, nel Mediterraneo. La nostra professione, inoltre, ben si inserisce all’interno degli obiettivi che tutti gli Stati e le associazioni mondiali a tutela del pianeta si pongono. Mi riferisco allo sviluppo sostenibile di energie rinnovabili, all’illuminazione elettrica efficiente, alle progettazioni nel rispetto dell’ambiente, tecnologie innovative relative all’acqua pulita e fognature, ai sistemi di riciclo dell’acqua e al trattamento dei rifiuti. C’è poi la salvaguardia del patrimonio culturale e sociale e la riduzione dei rischi delle infrastrutture dovuti al cambiamento climatico e ai disastri naturali o provocati dall’uomo”.

“Personalmente ho coltivato il progetto di riunire intorno allo stesso tavolo tutte le organizzazioni di ingegneria dell’area mediterranea. E in questo contesto si pone la Prima Conferenza degli ingegneri del Mediterraneo – conclude - Non il solito convegno funzionale solo a sviscerare tematiche interne alla categoria, ma un progetto di condivisione internazionale che intende tracciare alcune linee di sviluppo e sottoporle all’attenzione del mondo politico e della classe dirigente del nostro Paese così come di altri 17 Stati. Ed è proprio a Lecce che getteremo le basi per la creazione di un organismo sovranazionale in cui tutti gli ingegneri dell’area mediterranea si riconoscano e collaborino al raggiungimento di questi obiettivi comuni”.

In rappresentanza delle Associazioni degli Ordini di Ingegneria dei Paesi del Mediterraneo saranno presenti a Lecce: ALBANIA Albanian Association of Consulting Engineers Prof. Faruk Kaba, Presidente; GRECIA Technical Chamber of Greece Ing. Vassilis Economopoulos (Delegate and ECCE Past President);FRANCIARéseau Méditerranéen des Ecoles d'IngénieursProf. Leo Vincent, Presidente; SLOVENIASlovenian Chamber of EngineersEng. Crtomir Remec, Presidente; PORTOGALLO Ordem dos Engenheiros, Prof José Vieira; SPAGNA Instituto de la Engenieria Marin Arcais CLAIU, Presidente; ALGERIA Union Nationale des Scientifiques et Technologues d'Algérie Ing. Mebarek Boukaba BM;EGITTOEgyptian Engineering AssociationDr. Adel Al Hadithi, Segretario generale F.A.E.Arab Engineers Federation, Prof. Nevine Younes - Presidente Association des Ingenieurs Francophones en Egypte ; LIBANO  Ordre des Ingénieurs et Architectes du LibanProf. Khaled Chehab (Presidente Beiruth), Prof. Samir Doumit (Vice Presidente Beiruth), Prof. Marius Beaini (Presidente Tripoli), Prof. Pierre Gedeon , - Lebanon Notre Dame University, Direttore International Relations Office ; MAROCCOUnion Nationale des Ingénieurs Marocains Mrs. Badia Aarab, Presidente ; PALESTINAGeneral Union of Palestine EngineersIng. Marwna Abdelhamid, Ing. Nadi Elyyan, Ing.Omar Abdelrahim; TUNISIAOrdre des ingénieurs tunisiens Prof. Faikal Rkhis ;

In rappresentanza delle Organizzazioni Internazionazionali di Ingegneria prenderanno parte ai lavori : WFO, il Presidente ing. Marwna Abdelhamid e il Direttore Generale Mrs. Youssef Tahani;FAE, il Segretario Generale Dr. Adel Al Hadithi; FEANI, il Vicepresidente Ing. Roberto Brandi e ilSegretario Generale Mr. Dirk Bochar;ECEC, il Presidente Ing Remec Črtomir;ECCE, l’ex Presidente Ing.Vassilis P. Economopoulos; CLAIU, il Presidente Prof.Alejandro Marín Arcas; RMEI Réseau Méditerranéen des Ecoles d’Ingénieur , il Presidente Prof. Leo Vincent.

In rappresentanza del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) prenderanno parte ai lavori il Presidente Armando Zambrano, il Vice Presidente Fabio Bonfà e i Consiglieri Gianni Massa, Riccardo Pellegatta, Michele Lapenna, Giovanni Cardinale, Gaetano Fede, Andrea Gianasso, Hanjorg Letzner, Ania Lopez, Massimo Mariani, Angelo Masi, Nicola Mond, Raffaele Solustri, Angelo Valsecchi.

Ai lavori in programma Venerdì 9 Maggio 2014 nella sala Maria d’Enghen del Castello Carlo V, a partire dalle 09:30, interverranno l’Europarlamentare On. Raffaele Baldassarre, il Sottosegreterio al Lavoro On. Teresa Bellanova, l’On. Raffaele Fitto, l’On. Dario Stefàno, la Vice Presidente della Regione Puglia Angela Barbanente, Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il Sindaco del Comune di Lecce Paolo Perrone, il Vice Sindacodel Comune di Lecce Lecce Carmen Tessitore, il Prorettore dell’Università del Salento Mariaenrica Frigione, l’Assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Lecce Alessandro Delli Noci, il Presidente della Camera di Commercio di Lecce Alfredo Prete oltre ai Presidenti degli Ordini professionali della Provincia di Lecce.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %