testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Petrolio: in mare no, ma nel Tavoliere si può cercare!

 

Era il 21 gennaio del 2012. Esattamente un anno fa. A Monopoli erano in migliaia a sfilare, insieme e senza colori politici, per gridare forte il NO della Puglia alle trivellazioni. C’eravamo anche noi.

Quanti esponenti della Regione abbiamo visto in prima fila battersi per evitare nuovi permessi del Governo per le società che intendevano effettuare ricerche di idrocarburi nel mare pugliese?

C’era Nichi Vendola, che sottolineava come le trivellazioni erano uno “stupro del nostro ambiente naturale”, e che noi dovremmo “proteggere il mare e l’economia della bellezza, del turismo, della pesca”.

E c’era Onofrio Introna “Ringrazio – ha detto – le migliaia di persone che oggi da qui inviano un messaggio che arriverà ai Parlamenti italiano e europeo, affinchè tutti si impegnino a mantenere i nostri territori integri. Dobbiamo dire no a chi vuole dissestare l'Adriatico, a chi vuole speculare sul nostro ambiente”.

Lo stesso Parlamento dove ora entrambi vorrebbero andare.

E c’era Silvia Godelli, assessore al Turismo: “Non lo facciamo solo per il turismo – ha spiegato – ma lo facciamo per il destino dei giovani che verranno e delle nuove generazioni. Per mantenere intatto quel patrimonio che è insostituibile”.

Quante belle parole. Quante frasi profonde sbandierate dai nostri politici, dai nostri governanti, nel momento in cui c’era da essere contro le prospettazioni petrolifere.

E noi ad applaudire l’iniziativa ed a sostenere, una volta tanto, questi personaggi.

Cambio di scena.

Lumgonare di Bari, 20 dicembre, sala della Giunta Regionale. Si discute se concedere il permesso di ricerche petrolifere alla Vega Oil Spa. Vorrebbe, questa società, fare attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi in località “Masseria Montarozzo”. Si sta parlando di un’area di indagine situata a sud-est dell’abitato di Foggia, dell’estensionedi 155 chilometri quadrati insistenti nel territorio di Foggia, Ascoli Satriano, Carapelle, Ordona e Orta Nova.

Nel bel mezzo del Tavoliere.

L’assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone effettua una impeccabile relazione tecnica sulla storia di quel luogo e sul fatto che già in passato, nel 1964, sono state effettuate attività di perforazione (nel Pozzo Spartivento 1), prima di abbandonare il progetto.

Ma ora, spiega la Capone, ci sono nuove tecnologie, nuove conoscenze geologiche, modermi mezzi di indagine sismica, e la società richiedente è pronta ad un investimento di oltre 2 milioni di euro per minimo i prossimi due anni.

Oggi la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia della delibera di Giunta.

Non una parola sul fatto che il Tavoliere rappresenta il cuore della Puglia agricola. Neppure da Stefàno, che pure in questi giorni sta trovando insperate risorse, almeno una al giorno, per la pesca e per le angurie salentine e domani chissà (almeno fino al 24 febbraio, naturalmente).

Le prime due fasi, spiega l’assessore Capone, non prevede nemmeno attività sul terreno, ma solo studi geologici e sismici, come confermato del resto anche dall’Ufficio Ambiente della Provincia di Foggia.

La Giunta Vendola, all’unanimità, dunque, cosa fa?

Naturalmente approva ed emette il permesso di ricerca di idrocarburi "limitatamente alle sole indagini di laboratorio geologiche e geofisiche ed a condizione di assoggettare la perforazione del pozzo d’obbligo a specifica Intesa previa acquisizione del pronunciamento di valutazione ambientale e di compatibilità PUTT/p (piano urbanistico territoriale tematico per il paesaggio) e PAI (piano assetto idrogeologico)".

E ci mancherebbe anche che l’eventuale perforazione dovesse avvenire senza impatto di valutazione ambientale e di compatibilità Putt e Pai!!!

Ma il punto, tutto politico, è il seguente.

Può una Giunta regionale essere favorevole qui e contrario lì? La ricerca sul terreno è diversa da una sul mare? La tutela dell’ambiente è a chiazze? E quegli esponenti che sfilavano contrari al petrolio, ora sono diventati favorevoli? O faceva comodo sfilare alla testa del corteo?

Anche questa è poesia.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %