testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Mutui in Europa, si lavora per una nuova direttiva

 

Nel 2012 sono stati erogati in Italia oltre 200 mila mutui ipotecari. Una cifra di gran lunga inferiore rispetto ai 500 mila mutui annui del periodo pre-crisi senza contare il numero dei prestiti non concessi e quindi non andati a buon fine.

Si sa però che nel 2010 la percentuale dei mutui non concessi in Italia era del 2,30% , dato che è vertiginosamente aumentato negli ultimi anni.

Per l´Europa invece i mutui sono un affare da 6.000 miliardi di Euro e per questo che la Commissione Affari Economici del Parlamento europeo ha ritenuto necessario approvare a grande maggioranza in questi giorni una proposta di legge che farà discutere nelle prossime settimane il Consiglio Europeo e non solo. 

Regole trasparenti ed idonee per evitare effetti collaterali come quello negli Stati Uniti, quindi un  mercato più flessibile ma attento al rischio di inadempienza

Le nuove norme approvate provvisoriamente dal Parlamento mirano proprio a una migliore informazione sui costi e sui rischi legati al mutuo per gli acquirenti d'immobili.

La legislazione si riferisce alle ipoteche su immobili residenziali, immobili residenziali con spazio ufficio e terreni edificabili. Ovviamente i mutui sono differenti nei vari Paesi Membri come il mercato immobiliare ma l'intenzione è quella di rendere le informazioni agli acquirenti uguali in tutta Europa. 

Informazioni come la possibilità di comparare i  prodotti disponibili sul mercato e soprattutto avere tutte le informazioni in merito alle conseguenze finanziarie nel lungo periodo previste dal prestito che verrà erogato. 

"Le condizioni di credito offerte ai mutuatari dovrebbero corrispondere alla loro situazione finanziaria attuale e tener conto delle loro prospettive e delle possibili regressioni. Inoltre, gli acquirenti dovrebbero poter usufruire di un periodo di riflessione obbligatorio di 7 giorni prima della sottoscrizione del prestito, oppure di 7 giorni per esercitare il diritto di recesso dopo la conclusione del contratto." si legge nella proposta. 

Sono state inserite norme più flessibili, come il diritto del mutuato di rimborsare il prestito iniziale senza pagare delle penali oppure la possibilità di cambiare la valuta del prestito in caso di trasferimento. 

Novità anche per coloro a che a causa di difficoltà economiche o perdita del lavoro non riescono a ripagare il muto in tempo, la legislazione, infatti,  dovrebbe includere requisiti per la vendita della proprietà volte a ottenere "il miglior prezzo possibile", per agevolare il rimborso del debito residuo, in modo da proteggere i consumatori e prevenire il loro indebitamento eccessivo per lunghi periodi. Tra le proposte si legge anche di un ‘periodo di riflessione’ di 14 giorni successivi alla firma del contratto, periodo in cui i beneficiari del mutuo potranno tornare sui propri passi senza incorrere in penali.

La legislazione prevede inoltre regole per porre fine alle pratiche irresponsabili delle banche, che spesso ancor oggi accordano prestiti a chi non ha la capacità di rimborsarli, i famosi mutui subprime che hanno tanto messo nei guai gli Stati Uniti. 

Per concludere l'Europarlamento ha  adottato il testo finale ma prima di approvare la normativa, ha richiesto agli Stati Membri di impegnarsi a garantire che le norme siano correttamente applicate a livello nazionale in tutti i Paesi Membri. La direttiva, che rappresenta il primo passo verso un mercato europeo dei mutui, sarà al centro dei negoziati con il Consiglio Ue con presidenza Lituana nelle prossime settimane, al fine di trovare un accordo in tempi rapidi.

Scritto da Eliona Cela
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %