testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

I primi passi di Decaro. I nostri primi consigli

Fra i tanti che oggi si affannano a suggerire al nuovo Sindaco di Bari le tante cose da fare, lasciate a metà o non risolte dal suo predecessore, ci siamo anche noi. Per il momento, solo piccole cose, perché i problemi più gravi sono tanti e il Sindaco non è ancora entrato nell'esercizio delle funzioni.

Innanzitutto, una questione dì metodo. Ieri è andato alla Rossani, accolto e scortato da un gruppettino di giovani, che la occupano abusivamente e contra legem. Dirà che ci è andato per visionare l'area, e sarà pure vero, ma la visita, non accompagnata da una sola parola di censura per quanto accaduto nella stanza del Sindaco di Bari, ha tutta l'aria di un'ulteriore legittimazione degli occupanti, che si sono addirittura impegnati a redigere un progetto alternativo a quello di Fuksas, un'icona della urbanistica di sinistra.

Tutti hanno diritto di partecipare alle scelte cittadine, e quindi anche gli occupanti.

Non ci piace però che il Sindaco della città, invece di richiedere la cessazione dell'occupazione illegittima e arbitraria, vada addirittura ad ossequiare gli occupanti. Così si creano pericolosi precedenti. Da domani chiunque intenda protestare potrà invadere la stanza del Sindaco. Un avvio che il buon Antonio ( a proposito, buon onomastico. ) Decaro poteva evitare.

Passiamo ora al porto. È stato impiantato un cantiere per la realizzazione di una discutibile opera pubblica, che creerebbe un altro ostacolo alla fruizione e alla vista del mare. Sorvoliamo, per non infierire, sul fatto che il Comune non avrebbe dovuto rilasciare la concessione edilizia e che oggi non può dire "non c'è ne siamo accorti". Apprezziamo che Decaro voglia vederci chiaro.

Gli suggeriamo, intanto, di firmare un'ordinanza sospensiva dei lavori, ben motivata. Poi avrà tempo per trovare una soluzione alternativa e revocare definitivamente la concessione edilizia.

Infine, Piazza Umberto. Emiliano ha annunciato un progetto di ristrutturazione della palazzina Goccia di latte. Apprezziamo, ma è opportuno un progetto generale di recupero e salvaguardia di tutta la piazza e lo sgombero definitivo della palazzina, decidendo da subito la sua futura destinazione. Cose che si possono fare subito.

Tutto qui, per il momento. Buon lavoro, signor Sindaco.

di Salvatore Tatarella
Scritto da Salvatore Tatarella
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %