Ricostruiamo la Destra. Tutti insieme

Quando mi fu proposta una candidatura di servizio da Fini e Menia, in posizione non eleggibile, posi come condizione che un minuto dopo la fine della competizione elettorale mi sarei impegnato a ricostruire la destra con tutti quelli che ci sarebbero stati.

Queste le mie parole dette a fine gennaio.

Che confemo.

“La diaspora della destra italiana, la cui cultura politica è oggi disseminata in più formazioni e in più collocazioni dovrà trovare nello scenario futuro una forma di ricomposizione, non nel segno della nostalgia, ma della modernità. Come dice il presidente Fini, i contenuti conteranno più dei contenitori e delle singole vicende personali. Per questo, mentre rivendico con convinzione la mia adesione a Fli, credo però che dobbiamo sapere buttarci alle spalle una storia di veleni e lacerazioni sanguinose, che coincide con il berlusconismo e che spero con esso avrà fine.”

Share
Scritto da Fabrizio Tatarella