testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

La Destra a un bivio: uniti e forti o deboli e irrilevanti

La storia insegna che la destra italiana ha raggiunto i suoi massimi storici quando si è presentata unita.

Nel 1972 il MSI si alleò con i monarchici, aggiungendo il suffisso D.N. (destra nazionale), e raccolse il 9% alle politiche.

Nel 1996 AN, nata due anni prima a Fiuggi, nel 1994, con l'apertura del Msi ad altre realtà e ad altri filoni culturali, raggiunse il 15,7%, record ancora oggi ineguagliato.

Tutte le destre nate a destra di altre destre non hanno mai superato il 2%.

E' la storia che tutti dovremmo avere il buon senso di studiare per non ripetere banali errori, magari arroccandosi su posizioni che dimostrano maggiore attenzione a meri interessi personali e risultati elettorali che già non ci sono più essendo il quadro politico, specie a destra con una definita identità di FLI con Menia e con la maggior parte dei protagonisti di An che hanno iniziato a parlarsi, mutato.

Con buona pace di Prezzolini che sosteneva l'esistenza di tante destre, almeno sul mercato elettorale, non possono esistere tante destre, tutte irrilevanti.

Altro che "bacinella" come alcuni amici pensano, La Russa in primis, ripetendo identici errori commessi da FLI, per il sol fatto di essere entrati in uno solo dei due rami Parlamento.

In attesa che vi sia un travaso di voti dal Pdl a forze di destra la bacinella si è rotta e il concreto pericolo ora è quello dei "vasi comunicanti", ossia di una travaso di voti da destra a destra o da destra al centro.

La destra di Storace è stata penalizzata da Fdl che aveva un duplice vantaggio:

a) essere nata da poco e costituire una novità dell'ultim'ora sul mercato elettorale, presidiando uno spazio a destra che nella coalizione di Berlusconi era assente;

b) il volto giovane di una donna come leader meno usurato dalle polemiche tra ex An.

Quella di Fini è stata resa irrilevante per due motivi:

a) perchè ha giocato fuori ruolo, al centro, senza rivendicare la sua identità di destra;

b) non rappresentava la novità di quello schieramento, caratterizzato dalla lista Monti.

Per questo tanti elettori di destra hanno preferito, a tutte queste sigle minori (FLI, FDI, Destra) il Pdl, Grillo o rimanere a casa.

L'Unità a destra è la vera forza per il futuro.

Oltre i settarismi ed infantili egoismi una destra unita può ancora dare tanto all'Italia.

Scritto da Fabrizio Tatarella
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %