testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Giovani di Destra, ribelliamoci!

Conosco pochissimi giovani (o non giovanissimi) contenti dell'attuale classe politica. E ci mancherebbe: vivono una vita triste, gli hanno rubato il futuro e stanno svendendo le speranze. E' già tanto che facciano solo il tifo per Grillo e si lamentino sui social network.  

Ma sono diventati vecchi questi giovani, siamo nati vecchi e ci lamentiamo sempre. Non facciamo che chiedere le dimissioni dei matusalemme nei bar, per strada, su Facebook. E poi?

E poi ci riveliamo senza spina dorsale, stanchi prima ancora di cominciare la salita ripida che si profila a pochi metri più in là. Non reagiamo, siamo pigri, abbiamo perso la freschezza. Siamo italiani nati sbadigliando e fuori c'è un mondo da cambiare.

Affidiamo le nostre ire al Grillo di turno perchè è facile: ci basta accendere il computer per farlo. Dobbiamo svegliarci, con Facebook è partita qualche rivoluzione, ma poi ci si deve organizzare, si deve agire. Si deve scendere in piazza con un'idea in cui si crede e pretendere ciò che è giusto: il domani.

La destra in questo è più magica di qualsiasi altra ideologia politica, perchè è profondamente valoriale. Eppure, gli ultimi sondaggi dicono che sia scomparsa tra i giovani, sostituita dal M5S. Forse perchè priva di leader in grado di recuperare un modello di destra che rappresenti, oltre che forza democratica di governo, un centro di protesta e  reazione, di cui i giovani sembra che abbiano bisogno.

Svegliamoci, prima che sia troppo tardi, e rompiamo gli schemi. Svegliamoci perchè c'è una vita che è giusto vivere, ma farla rispettare è un obbligo. E i giovani, soprattutto se di destra, devono scendere in piazza e farsi sentire. Pretendere dallo Stato un passo indietro, avere il coraggio di uscire dalla propria stanza e fare ciò che non potrebbero fare altri al loro posto.

Perchè poi, la verità è che ci stiamo dimostrando una generazione di falliti. Ad ogni tornata elettorale, sono tanti i giovani che seguono il politico navigato di turno, dopo aver passato mesi a urlare "il male che fa" la cattiva politica. E i giovani sono un immenso bacino elettorale, già da soli sarebbero una forza. Un appello a tutti i giovani come me: ribelliamoci.

Ce l'abbiamo la forza o possiamo seguire da casa Grillo o farci affascinare da Renzi perchè usa il giubbotto di pelle?

Giovani uniti per la destra.

Perchè la destra è azione, rivoluzione democratica. Riescono i giovani a guardarsi in faccia, contarsi, ricominciare la militanza politica, credere in ciò che dicono tanto da arrivare lontano? Ce l'hanno il fuoco della passione, il desiderio di andare contro le regole, contro la pigrizia e scendere in piazza?

Ce l'hanno, i giovani, la voglia di fare la differenza, di costruire il loro domani, di andare controcorrente, di essere rivoluzionari? Di essere disubbidienti, di divertirsi?

La destra è la casa più accogliente per i giovani, perchè lascia aperta la finestra dei sogni, dei valori, delle idee in cui credere. Ma i giovani non devono essere vecchi, devono avere lo spirito irriverente per riprendere in mano gli ideali in cui credono e inseguirli.

I miei coetanei sono l'oggi e il domani, e alla nostra età si è abbastanza grandi per capire in che direzione andare e troppo piccoli per aver paura di fare errori irreparabili. Per questo, bisogna essere i protagonisti di un cambiamento che parta da noi.

Rinnovo l'appello: se siamo di destra, inseguiamo il nostro ideale e... ribelliamoci!

Scritto da Federica Stea
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %