testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Rinnovamento, giovani e contenuti. Così si risponde all'appello per l'Italia

Commozione e sorpresa per l’inedito savoir – fair tra i big della destra, da Fini a La Russa.

No, nessuna ironia: è quasi impossibile vedere dei politici intenti a fare mea culpa, a dire “forse abbiamo sbagliato”. Bene,dagli errori, se si riconoscono, si può imparare.

Che succederà ora? Dopo le intese a mezzo stampa e virtuali pacche sulla spalla, che ne sarà della destra?

È nato il “Movimento per Alleanza Nazionale”, che accompagnerà i sostenitori alla manifestazione romana del 9 novembre. Fin qui, tutto molto bello, amarcord.

Ma, allora, che si fa?

A questa manifestazione, dopo questi bagni di coscienza, ci saranno anche gli esponenti di Fratelli d’Italia e di tutti i movimenti di destra?

E, soprattutto, cosa cambierebbe con la nuova An?

Ammirazione per gli sforzi di questi giorni, ma quale sarà la spinta innovatrice della destra che potrebbe nascere? Qualcosa di nuovo ci deve essere per forza: non c’è bisogno mica di un nuovo contenitore fra le persone di sempre e con i soliti contenuti. Ci si chiede, quindi, se questa nuova destra sarà in grado di rispondere all’appello dell’Italia, che chiede un cambiamento vero della politica, oppure no. Non si tratta di  rottamazione, ma di un’apertura alla società civile che il settarismo di certa politica impedisce e ha impedito.

I giovani, i giovani, dove sono? I contenuti, vogliamo sentir parlare di contenuti programmatici da questa destra nascente.

Contenuti che non siano per ogni stagione e adatti a qualsiasi schieramento, ma che siano quelli di destra. Che ne pensa la destra di questa legge di stabilità, di questa Europa, delle tasse, delle imprese che chiudono, della cultura che in Italia  -in Italia, per la miseria- non esiste più?

Ecco, forse sono passati gli anni degli “ideali a colazione”, abbiamo bisogno di una destra concreta, che dia delle risposte sulle questioni sensibili. Per questo,  giorni fa si è lanciata l’idea di riunire tutte le forze affini facendo all’americana (dal programma all’alleanza). Perché non è più il tempo per seguire un’idea di pancia, si segue un’idea che ti indichi il modo per sfamarla.

E allora, rinnovamento e unità come imperativi categorici per la nuova destra. Oggi alcuni leader hanno ammesso gli errori del passato. Però, se si perde questo giro  e a Roma il 9 non ci saranno tutti, è bene che conservino il testo del discorso: gli servirà fra 4-5 anni.

Scritto da Federica Stea
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %