testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Rifiuti, la prima rata della Tares si pagherà a luglio

Slitta a luglio il termine per il pagamento della prima rata della Tares, il tributo che da quest'anno dovrebbe sostituire le tasse o tariffe sui rifiuti, Tarsu e Tia, prevedendo inoltre una nuova componente per finanziare i servizi pubblici "indivisibili", come ad esempio l'illuminazione pubblica.
Lo slittamento non cambia niente per ciò che riguarda il conto finale che ogni contribuente dovrà sborsare a fine anno. Si tratta piuttosto di un rinvio "strumentale": il relatore sulla legge di conversione del decreto sui rifiuti, Antonio D'Alì, auspica infatti che entro luglio il nuovo governo potrà "diminuire l'incidenza della Tares sui bilanci familiari, e soprattutto restituirle la sua natura di tariffa contro un servizio corrisposto". Bipartisan le critiche sulla Tares, considerata a destra e a sinistra come "una vera e propria patrimoniale" o "un obbrobrio giuridico".
Intanto però è Federambiente a lanciare l'allarme: "Il rinvio a luglio dell'emissione delle bollette significa incassare a settembre-ottobre, lasciando per 10 mesi le aziende senza le risorse per sostenere i costi di un servizio pubblico essenziale".

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %