testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Ecco i nomi dei saggi del Presidente

Come i boys scout, ci saranno due gruppi distinti di esploratori che ercheranno di capire su cosa possa basarsi un governo di sanità nazionale, o di "larghe intese" o "del Presidente" che dir si voglia.

Un quadro che sembra richiamare quanto accaduto un paio di anni fa in Olanda, quando alcuni "esploratori" dei vari partiti si chiusero per giorni in una stanza per trovare le necessarie "compatibilità" sul programma.

I componenti dei due gruppi di "saggi" sono stati definiti i due gruppi di lavoro che, su invito del Presidente della Repubblica, si riuniranno nel corso della prossima settimana - stabilendo contatti con i presidenti di tutti i gruppi parlamentari - su proposte programmatiche in materia istituzionale e in materia economico-sociale ed europea.

Nel primo gruppo, di carattere politico-istituzionale: il prof. Valerio Onida (su cui pure si erano puntate le attenzioni per un eventuale mandato esplorativo di una personalità al di fuori dei partiti), il sen. Mario Mauro (nella foto), il sen. Gaetano Quagliariello e il prof. Luciano Violante. Uno a testa per Monti, Pdl e Pd con il compito di tracciare le linee delle più importanti riforme, possibilmente condivise, da portare all'attenzione del prossimo Governo.

Nel secondo gruppo, con compiti ed attenzioni economico-sociale, ci sono il prof. Enrico Giovannini, presidente dell'Istat, il prof. Giovanni Pitruzzella, presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato; il dottor Salvatore Rossi, membro del Direttorio della Banca d'Italia, l'on. Giancarlo Giorgietti e il sen. Filippo Bubbico, presidenti delle Commissioni speciali operanti alla Camera e al Senato, e il ministro Enzo Moavero Milanesi.

L'obiettivo che si è posto il Presidente Napolitano è quello di trovare una piattaforma condivisa per le riforme economiche, ma soprattutto istituzionali per allontare lo spettro di una legge elettorale che anche in caso di elezioni anticipate rischia di riconsegnare una situazione di stallo, come quella attuale, senza chiare maggioranze parlamentari, e senza possibilità di trovare un governo stabile.

In prospettiva restano comunque sempre elezioni anticipate, anche se a questo punto un ritorno alle urne ad ottobre pare più probabile che non a giugno.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %