testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

L'arca di Noè

 

Cartelle in spalla che si ritorna a scuola. Le stanze dei bottoni vedranno nuovamente i loro compositori ed il transatlantico sarà ancora teatro di eloquenti ricreazioni. L’arca di Noè è pronta a salpare, gremita di fauna di ogni tipo, dai pitoni ai falchi, dalle colombe ai grilli. Solo che all’appello, questa volta, non mancano  i due liocorni, bensì  il re della foresta. Destinazione: poco chiara, ogni animale preferirebbe il proprio habitat naturale. Motto: finché la barca va, lasciala andare.

In realtà alcune commissioni parlamentari ed il Consiglio de Ministri hanno già aperto i libri per ricominciare a studiare. Le facce di appena un mesetto fa sono acqua passata. Volti riposati, abbronzati, sorridenti. Ancora molto positivi. In realtà, però, la politica non è mai andata in vacanza. Queste tre settimane di ferie sono state tra le più tribolate di tutto l’anno, tanto che ora Capitan Letta neanche ha fatto in tempo a mettersi alla scrivania, che si ritrova sul tavolo un possibile rimpasto governativo, se non la caduta dell’esecutivo stesso, oltre, ovviamente, alle imminenti decisioni sui rimandati a settembre: Imu, Iva e legge elettorale. Tre “big” paragonabili ad un rimando in latino, greco e matematica. Ma d’altronde si sa, se non si lavora tutto l’anno e si opta per il rimandare alla fine si paga sempre.

Intanto l’Imu ce l’ha fatta, almeno per tutto il 2013. Bisogna solo risolvere qualche problemino relativo al fatto se portiere e piscina debbano considerarsi come beni di lusso o meno, ma comunque il salvagente salva dimore pare galleggi .  

L’Iva è ancora in bilico, deve racimulare ancora un miliardo qui e là affinché nel presentarsi davanti alla commissione di professori politicanti possa dirsi salva. Il Valore Aggiunto che quel punto % fornisce alle casse dello Stato, vale 1 miliardo ogni 3 mesi.

La legge elettorale, inizialmente messa da parte poiché considerata non di immediata necessità, potrebbe tornare più utile che mai. Nonostante siano state scritte decine di proposte di legge, il porcellum resta in auge e conquista ancora una volta un lascia passare per salire a bordo. A turno questa legge elettorale fa comodo un po’ a tutti, quindi toglierla di mezzo, seppur non sia così difficile, non va quasi a nessuno.

In mezzo ad un PdL esageratamente infuriato, per legge acefalo e ricattatore, ad un PD finto indignato, ridicolosamente pluricefalo e poco fattivo, ad un M5S diviso, dittatoriale ed allo stesso tempo fiaccato, vediamo fino a quante miglia dalla costa riuscirà a spingersi questo barcone prima di chiamare in soccorso un ultra ottantenne.

Scritto da Sveva Biocca
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %