testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

19'' 72 non è un numero. E' storia

Quanto sono lunghi duecento metri? Pochi secondi, meno di venti per gli uomini più veloci. Per Usain Bolt 19 centesimi in aggiunta a 19 secondi. Per tutti gli altri 20" o 30", o anche 40". Che differenza fa? Per l'europeo più veloce della storia il cronometro si è fermato a 19"72, giusto 34 anni fa a Città del Messico, durante le Universiadi.

Una curva. Un rettilineo. Tra corsie strette da una sottile linea bianca, rigorosamente da non calpestare. Da divorare il più velocemente possibile.

Oggi con il ricordo dell'uomo che è stato Pietro Mennea. Lo sportivo che ha saputo portare lo sport ed i suoi valori nella sua vita. Cocciuto, caparbio come pochi, determinato e pronto a rialzarsi dopo ogni caduta. Dopo ogni sconfitta. Perchè anche quando non si arriva primi, quando il filo di lana non si spezza sotto la tensione del proprio petto, si può essere soddisfatti, quando si è dato tutto.

E Mennea era così. Nel lavoro, nella vita, nella famiglia. Un uomo troppo spesso additato dai giornali come "burbero" e "testardo" e che invece ha insegnato tanto a tutti noi. Ed ancora può farlo e lo farà in futuro. Perchè le giovani generazioni devono avere anche lui, la Freccia del Sud, il Ragazzo di Barletta, come esempi di chi ha saputo raccogliere successi costruendoli giorno dopo giorno, sudore dopo sudore, nello sport e nello studio.

Tutta Italia si prepara a vivere oggi il “Mennea Day”. A quasi sei mesi dalla prematura scomparsa dell’olimpionico di Mosca 1980, il mondo dell’atletica e non solo intende celebrarlo nel 34° anniversario di quel 19.72 con cui nel 1979, all’Universiade di Città del Messico, stabilì il record iridato del mezzo giro di pista. Un primato che ha portato il suo nome fino al 1996.

Roma, Milano, Torino, Firenze: sono oltre 60 le città su tutto il territorio nazionale che giovedì prossimo, a nord a sud, daranno vita anche ad una ricca serie di iniziative collaterali (mostre, convegni, etc. ) per questa speciale ricorrenza che attraverserà stadi e centri storici trasformati in piste di atletica. Una giornata per correre insieme, anche senza cronometro, per interpretare liberamente, ognuno a modo suo, quei 200 metri legati indissolubilmente alla “Freccia del Sud”.

A Barletta, città natale di Mennea, è annunciata la presenza del Presidente del Senato Pietro Grasso che interverrà alla cerimonia di posa di una targa celebrativa del record del mondo presso lo stadio comunale della cittadina pugliese. Ovunque si potrà partecipare (i tesserati nella manifestazione agonistica, i non tesserati in quella promozionale) versando una quota simbolica di iscrizione, fissata in un euro, e destinata alla Fondazione Pietro Mennea Onlus, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale.

A Barletta verranno disputate gare di velocità sulla distanza di 200 metri, presso lo stadio comunale “Cosimo Petrilli” dalle ore 15. La manifestazione è organizzata dal Comitato Provinciale FIDAL Bari guidato da Francesco De Mattia, e patrocinata da Comune di Barletta e CONI Puglia. Intorno alle ore 20 è previsto lo svolgimento di due serie “top”, riservate agli atleti della provincia si sono distinti in ambito nazionale come il barlettano Vito Incantalupo e la biscegliese Lucia Pasquale. Restando in Puglia, il Mennea Day sarà organizzato anche Foggia, Lecce, Taranto, Brindisi, Grottaglie e Cisternino.

La giornata in ricordo di Mennea sarà caratterizzata da tanti personaggi dell'atletica e del mondo dello sport: Tommie Smith e Alberto Juantorena, indimenticabili campioni del passato (come per Mennea, quando l'oro olimpico diventa leggenda) giunti in Italia appositamente per l'occasione. La manifestazione allo Stadio dei Marmi prenderà il via alle 15:30 con una speciale cerimonia di apertura alla quale interverranno il presidente del CONI Giovanni Malagò e il presidente FIDAL Alfio Giomi e che vedrà come ospiti d'eccezione proprio Smith, Juantorena insieme alla stella azzurra Sara Simeoni, l'ex primatista mondiale di salto in alto che con Mennea condivise la gioia dell'oro olimpico a Mosca 1980.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %