testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

An, il cerchio magico e la Destra

 

Non voglio sembrare quella che si sente superiore ad altri, più brava, più fedele, più coerente con le proprie idee, desidero invece a distanza di pochi giorni ribadire alcune posizioni che in questo momento non possono che fare bene al nostro mondo.

La recente intervista a Fini mi ha lasciata piacevolmente sorpresa, in questi anni mi sono spesso chiesta dove fosse finito il Fini anzi il Gianfranco che conoscevo ed in particolare mi chiedevo: MA GLI AMICI DI UN TEMPO IGNAZIO, GIANNI, MAURIZIO, GIORGIO, ADOLFO… giusto per citarne alcuni, ma potrei fare l’elenco di almeno 30 “amici” – tra uomini e donne – miracolati da Fini DOVE CAVOLO ERANO QUANDO FINI COMINCIAVA A “dare di matto”?????

Ho lasciato A.N quando avrei potuto beneficiare di tutto e di più, l’amicizia personale e politica mi avrebbe consentito di fare 1000 volte il Deputato, ma ho avuto la dignità di andarmene quando ho capito che A.N non era più quella per cui era nata…  A.N partoriva ogni giorno i Fiorito, gli arrivisti, le arriviste… scomparivano gli zaini ed apparivano le borse di Vuitton.

I dirigenti di un tempo, gli amici del cerchio magico di Gianfranco, diventavano Deputati, Senatori, Consiglieri Regionali e tutti entrati in quel grande computer che è Montecitorio o il luogo del potere venivano attaccati dal VIRUS malefico della bramosia, della superbia. Non andava più bene avere la casa in fitto... bisognava comprarsi l’attico in centro a Roma, e cosi anche gente insignificante come un certo Andrea diventava potente… e da potente invece di consigliare aiutava Fini a sbagliare e cosa ancora più squallida lo mollava nel momento il cui la stella cadeva tenendosi ben stretti quei privilegi che grazie alla stella avevano ricevuto.

Vorrei ridere... ma mi viene solo che da piangere.

Vero Fini ha distrutto un mondo ma in maniera uguale lo hanno distrutto quelli che erano accanto a lui per cui l’amarezza è tanta, talmente tanta che vorrei avere la forza di chiudere con l’impegno politico… ma come al solito sono fatta male… saranno stati anche questi 7 anni nella Destra di Storace, anni che mi hanno consentito di tornare a sentirmi utile, che mi hanno consentito di tornare in piazza con  battaglie che mi esaltavano, come le battaglie fatte in gioventù, pedofilia, famiglia, sovranità, mutuo sociale, Bolzano italiana, Trieste italiana, aver avuto accanto un Segretario folle, idealista e leale con tanti folli ed idealisti, mi “obbliga” a non chiudere il mio personale percorso politico lasciando il futuro dei miei nipoti ad un ipotetico centrodestra, desidero impegnarmi con tutte le mie forze per lasciare in eredità ai miei nipoti un partito di destra e se questo vuol dire tenere la bocca chiusa quando vorrei parlare, se questo vuol dire sedermi accanto a chi sino a qualche mese fa non avrei neanche salutato, se questo vuol dire fare ulteriore atto d’amore sono pronta e spero siano pronti in tanti : SE SI SOGNA DA SOLI IL SOGNO RIMANE TALE, SE SOGNAMO IN COMPAGNIA IL SOGNO DIVENTA REALTA’!

di Titti Monteleone
Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %