testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

La vera festa Nazionale

C’è chi la vede come la Resistenza per la Libertà e chi come la Liberazione del Male. Chi li vede come salvatori della Patria e chi come vili che si proclamarono eroi. C’è chi ringrazia questi ribelli di allora e chi considera vera Resistenza quella che, da due anni, portano avanti i nostri Marò.

C’è chi, pubblicamente, orgogliosamente, beatamente in compagnia, canta Bella Ciao, ed è la stessa persona che, il giorno dopo, con il campanellino in mano, giocherà a fare la neutrale. C’è chi parla –solo- della Shoah, dei 6.000.000 di ebrei e dei nazisti e chi, sempre tra questi, si scorda delle Foibe, dei gulag, degli almeno 10.000.000 di kulaki russi. C’è chi osanna i resistenti italiani e chi, sempre tra questi, spuntò in faccia ai resistenti ungheresi nel 1956.

C’è chi chiude i negozi e chi continua a lavorare. Chi protesta e si appella al rispetto dei diritti dei lavoratori, e chi se ne frega, lavora e non va al mare. Chi oggi la vive come una festa e chi come un lutto nazionale.

Per me, il 17 marzo, anche se non ufficialmente, è la festa Nazionale. L’Italia è nata li, ma quel giorno c’è chi se lo dimentica e chi non sa neppure cosa sia, ma comunque tutti vanno a lavorare.

Scritto da Sveva Biocca
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %