testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Contrabbando, droga e prostituzione: il nuovo miracolo italiano!

Stentavamo a crederci. Da Bruxelles ci spiegano che l’ISTAT dovrà tenere conto della criminalità organizzata per conteggiare il livello e la crescita del Prodotto interno lordo.

Dopo l’ipotesi di togliere da pane, riso e pasta le etichette di scadenza, giusto per sentirci meno poveri e consumare di tutto, l’ultima trovata UE è quella di cambiare i parametri con cui verrà stabilito il PIL del Paese.

“Qualsiasi attività economica, indipendentemente dal suo status giuridico”, ovvero, la ricchezza dei Paesi UE va conteggiata anche tenendo conto dell’illiceità dei comportamenti economici. E in maniera più specifica, come attività lucrative da inserire nel paniere ci sono: “Contrabbando, traffico di droga e prostituzione.”

E noi che pensavamo dovessimo ingegnarci su come tornare a produrre, a consumare, a far riprendere il mercato interno ed un export lacerato da un “eurone” troppo forte che lega al cappio le nostre aziende e i nostri salari. Non c’è più il problema, è scomparso contabilmente. Basterà far emergere quel 17,5 % di PIL sommerso oggi invisibile ai burocrati.

La perversione di questo meccanismo risiede anche nel costo – opportunità di combatterli, a questo punto, codesti fenomeni. Se l’illegalità è conteggiata come ricchezza per lo Stato, in una profonda crisi e sete di liquidità, converrà ancora ai governi osteggiare il crimine?

I sofismi con cui confezionano queste decisioni sono al limite del buon costume, della decenza e della moralità di una Unione che più va avanti, più perde di vista i valori fondanti che avrebbero dovuto creare la comunità dei popoli, disgregando e acuendo le divisioni.

Unica peculiarità onesta, è la trasposizione delle spese in “ricerca, sviluppo e armamenti” da “costo” ad “investimenti”, quindi da spesa improduttiva di conto corrente ai capitoli di lungo periodo in conto capitale.

Non è spiegandoci come condire la piadina romagnola, oppure discettando sulla lunghezza delle banane, sugli ami per i pescatori, o sul peso delle spigole, che questa Europa spegnerà il fuoco di scetticismo che incombe sulle urne.

di Andrea Lorusso
Twitter @andrewlorusso
Scritto da Andrea Lorusso
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %