testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Elezioni: il centrodestra mangia se stesso

Che ne sarà di Forza Italia? L’asticella psicologica era stata fissata al 25%, mentre, gli azzurri hanno preso uno schiaffo nettamente al di sotto del 20%. Ci si aspetta un terremoto, a partire dall’ufficio di presidenza di giovedì, dove Raffaele Fitto batterà i pugni per polverizzare un Toti ininfluente alle urne. Il delfino pugliese, infatti, è campione d’Italia in preferenze.

Bene la Lega, NCD ha tenuto e Fratelli d’Italia non è riuscito a raggiungere il quorum. Il PD con Renzi ha catalizzato la scena, bissando addirittura quel Beppe Grillo che tanto tronfio affermava: “#vinciamonoi”. No, non bastano gli hash tag per vincere alle urne. La vittoria di Matteo è stata la prova che la voglia di speranza e di ricostruire, in questo Paese, è più forte della demolizione e della distruzione senza progetti. Altra nota di rilievo, ciò che rimaneva del “montismo” è stato completamente spazzato via dal consenso. L’Europa dell’austerità, come l’Europa euroscettica, in Italia, non ha attecchito a pieno.

L’unzione popolare darà nuova linfa alle riforme, nonostante il Parlamento non sia di Renzi, il 40% del Partito Democratico supera l’onda del PCI dei tempi migliori, e raggiunge i livelli della Democrazia Cristiana. Nemmeno il Popolo della Liberà, al suo apice, raggiunse tale risultato.

La frattura nell’area moderata pare insanabile. Proseguendo di questo passo non tornerà più a camminare sulle ali del Governo. E’ quindi impellente aprire subito una cabina di riflessione e rifondazione, che dia il via ad una nuova generazione di politici figli del consenso popolare. Le segreterie non hanno più scuse, non hanno più il modo di cooptare i propri uomini ai vertici delle Istituzioni.

Il futuro, per un ritorno al grande passato, comincia oggi. A Silvio Berlusconi, l’ultimo onore di chiudere il suo ciclo storico con il bene placet sul Rinascimento Azzurro. Abbiamo saldato il conto dei nostri errori, ora possiamo ripartire.

Di Andrea Lorusso
Twitter @andrewlorusso
Scritto da Andrea Lorusso
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %