testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Italia e Usa insieme alla conquista dello spazio

Italia e Stati Uniti hanno sottoscritto un importante accordo quadro per la promozione e lo sviluppo della collaborazione nel settore dello spazio. L'intesa apre nuove opportunità in campo economico, scientifico e tecnologico. La firma dell'accordo coincide con le celebrazioni dei primi 50 anni di cooperazione in campo spaziale tra i due Paesi.

A sottoscrivere l'intesa, l'Ambasciatore italiano negli Stati Uniti, Claudio Bisogniero e, da parte americana, Kerri-Ann Jones, Assistant Secretary for Oceans and International, Environmental and Scientific Affairs al Dipartimento di Stato. Presenti il Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Enrico Saggese, e la Deputy Administrator della NASA, Lori Beth Garver.

La cerimonia di firma ha avuto luogo nel quadro di un evento organizzato dall'Ambasciata d'Italia come occasione di riflessione sui successi già ottenuti insieme dai due Paesi e sui loro progetti futuri in ambito spaziale. L'appuntamento rappresenta inoltre un momento significativo della rassegna "2013 - Anno della cultura italiana negli Stati Uniti". Nell'occasione, l'Ambasciatore Bisogniero e l'astronauta Roberto Vittori presentano una riproduzione in stoffa del logo dell'Anno della Cultura, che sarà poi portata a bordo della stazione spaziale dal suo giovane collega, il Maggiore Luca Parmitano.

L'accordo quadro nasce dall'esigenza di favorire, agevolare e semplificare le procedure per la cooperazione tra le Agenzie Spaziali di Italia e Stati Uniti, ASI e NASA, nonché con le altre agenzie individuate nell'Accordo, la National Ocean Observation Administration (NOAA) e la US Geological Survey (USGS).

L'accordo - ha affermato l'Ambasciatore Bisogniero - ha una portata storica e un valore strategico. All'avvio di un'era in cui il ruolo del settore privato sarà sempre più rilevante nell'esplorazione umana e robotica dello spazio, l'Italia e gli Stati Uniti, costruendo sulla lunga e consolidata partnership in campo spaziale, si dotano di uno strumento per cooperare meglio e offrire nuove opportunità anche alle nostre industrie. Non vedrei un modo migliore per consolidare ulteriormente la già forte presenza della nostra cultura, della nostra ricerca scientifica e della nostra tecnologia negli Stati Uniti".

L'evento è stato anche l'occasione per illustrare i risultati più recenti dell'Agenzia Spaziale Italiana, le sue attività e i suoi programmi futuri. Alla giornata dedicata allo spazio partecipano infatti diverse aziende italiane impegnate in questi giorni a Washington nell'esposizione internazionale sulle comunicazioni satellitari "Satellite 2013".

"La firma dell'accordo è all'insegna della continuità - ha sottolineato Enrico Saggese, Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana - e della conferma del ruolo dell'Italia quale protagonista nel settore aerospaziale. È una grande soddisfazione. In questi decenni tutto il Sistema Italia si è imposto per capacità, competenza e professionalità che hanno dato vita a prodotti e servizi satellitari unici al mondo. Con questa nuova firma agevoleremo la forte collaborazione e rafforzeremo i rapporti storici tra l'Italia e gli USA. Uno degli esempi più evidenti di questo rapporto è la fiducia accordata dalla NASA all'Italia e al Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA). Tecnici americani verranno infatti a testare al CIRA le proprie componenti spaziali nel Plasma Wind Tunnel (PWT), il più potente al mondo, per effettuare prove sulle condizioni termodinamiche di rientro dallo spazio".    

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %