testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Cuore di donna: un convegno sulla salute in rosa

A che punto è la ricerca scientifica in tema di interazioni fra cardiologia e oncologia, specie sul versante femminile del fronte, sempre caldissimo, della lotta ai tumori? E' su questo che si sono soffermati medici, ricercatori e infermieri per "Cuore di Donna, dialoghi tra e con le donne sulla tutela della salute cardiovascolare in oncologia e oncoematologia", un convegno ECM (educazione continua in medicina), organizzato dall'Istituto Oncologico di Bari, supervisionato scientificamente da Stefano Oliva, direttore di Cardiologia del Giovanni Paolo II e destinato ad una settantina fra medici e infermieri.

Con oltre venti interventi e un dibattito conclusivo (cui purtroppo non ha partecipato Elena Gentile, assessora alla Salute della regione Puglia), i lavori hanno visto i contributi di medici e ricercatori di altri istituti italiani, come quelli Napoli e Reggio Emilia. In particolare, Nicola Maurea, medico e presidente dell'Associazione Italiana di Cardioncologia, ha lamentato la scarsa coordinazione fra medici che spesso provoca gravi inconvenienti a pazienti oncologici con complicanze cardiache.

Adriana Albini, scienziata di fama internazionale, attualmente in forza all'IRCCS di Reggio Emilia, ha ribadito l'enorme compito della ricerca, che deve sfidare in questo periodo così duro dal punto di vista economico, anche le ristrettezze di fondi sempre più scarsi e di prevenzione difficile.

Attilio Guarini, ematologo del Giovanni Paolo II, ha voluto sottolineare l'indispensabile approccio olistico in medicina, dove spesso la superspecializzazione medica perde di vista l'unità e l'unicità di ogni singolo paziente.

Maria Pia Locaputo, della Lega Italiana di Lotta ai Tumori (LILT) ha ricordato tutta la prevenzione, in migliaia di interventi l'anno, che la sua associazione riesce a realizzare in Puglia "senza code e attese", eseguendo mammografie ed altri test fondamentali per la lotta alle subdole malattie tumorali.

Nicola Ottombrini, sindaco di Ruvo di Puglia, cittadina della provincia di Bari, che ha ospitato l'evento, ha molto lealmente ammesso che la politica spesso svolge una indebita ingerenza nella gestione della Sanità pubblica, alterando nei fatti e negli effetti, il buon andamento dell'intero settore.

Le conclusioni sono state affidate a Stefano Oliva, direttore scientifico del Convegno, che ha ricordato l'eccezionale qualità di tutti gli interventi e delle lectiones magistrales offerte dai partecipanti: esempi di un mondo  straordinariamente vivo e impegnato fra le difficoltà impietose causate sia dalla crisi economica sia dalle fibrillazioni, spesso incomprensibili, della politica.

 

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %