testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Quando il welfare va a...farsi benedire

Bari - Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa testimonianza-denuncia di una mamma di Bari, Annalinda Lupis, testo che ci premuriamo di segnalare, come si usa dire, “a chi di competenza”:

“Su 4 figli, me ne sono capitati due con dislessia e annessi e connessi vari. I due maggiori. Il tutto, un tempo, adeguatamente seguito con diagnosi dal centro di neuropsichiatra infantile del policlinico di Bari. Adesso, causa tagli, aspettiamo da oltre un anno che ci richiamino per il day hospital e diagnosi funzionale.

Nel frattempo, ad aprile, mi è stato dato esito negativo per la richiesta della indennità di frequenza, poiché, giustamente, i miei figli presentano sì un quadro clinico grave per disturbo specifico dell'apprendimento, ma hanno un Q.I. superiore alla media.

Senza ritegno, confessiamo di essere in quella fascia di categoria definita "con grave disagio economico", mentre per i miei figli il denaro sarebbe utile per un doposcuola mirato, una connessione internet e due PC con tutti i crismi....lo scorso anno ho dunque chiesto aiuto ai servizi sociali affinché i miei figli potessero usufruire di un doposcuola, seppur consapevole che gli educatori a disposizione non offrissero le competenze specifiche idonee per i DSA (disagio specifico dell'apprendimento).

Ma doposcuola fu! E con ottimi risultati a fine anno scolastico! Adesso ho appena ricevuto la telefonata della mia assistente sociale la quale mi comunica che, molto probabilmente, i miei figli non potranno godere ancora di questo privilegio, poiché studiare, conoscere, sapere, nonostante certificate difficoltà, non è un diritto ma un lusso. I fondi mancano e il numero di minori con famiglie in stato di grave disagio aumentano, quindi verrà imposta una graduatoria per scegliere quale sarà il minore che quest'anno avrà diritto a studiare....una discriminazione infinita!!!!!

Mi rivolgo ai miei contatti giornalisti, perché ho intenzione di iniziare una nuova, seppur ennesima battaglia, in questa città che ha dimenticato lo stato sociale, che si adegua alla abitudine nazionale del calpestare i diritti fondamentali che, in questo caso, hanno per oggetto i minori! Mi chiedo dove si la regione Puglia e i suoi innominabili assessori e che fine abbiano fatto i fondi necessari per il sostegno al welfare! Adesso basta!

Inoltre, la  sintesi della telefonata della mia assistente sociale un pratica sarebbe "signora se la sua famiglia fosse stata semplicemente povera il posto al doposcuola ci sarebbe....ma poiché oltre che poveri sono pure dislessici e per legge richiedono un rapporto di un educatore ogni due bambini, il posto non è assolutamente assicurato...."

Voglio inoltre aggiungere che: ho chiesto ed ottenuto che il mio terzogenito non potendo usufruire del tempo pieno e dovendo io andare a lavorare, fosse inserito al "diurno"....il diurno è un luogo protetto a doppia gestione: suore e personale del terzo settore, laico, o volontari pagati dal comune con i fondi del welfare. In pratica mio figlio viene prelevato da scuola, portato in istituto, mangia e studia e poi passo a riprenderlo alle 18,30....il mio terzogenito ha il mio cognome e il comune eroga alle ragazze madri quando se ne ricordano 150€ al mese! Sempre la mia assistente sociale mi ha comunicato che mi toglieranno il sussidio per il minore non riconosciuto dal padre, poiché sto usufruendo del servizio presso il centro diurno per minori! Oggi non sono incazzata, ma molto molto di più! Voi tutto questo come lo definireste? solo discriminazione? solo negazione di diritto? no....parliamone!!!!

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %