testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Cerignola: restituire valore alla vita

Giovedì scorso, presso la biblioteca del Comune di Cerignola ha avuto luogo un interessante incontro al quale hanno partecipato importanti personaggi, responsabili di Cooperative e di piccole industrie dei prodotti della terra e tutti hanno dato il loro prezioso contributo tendente a rendere operativo il  programma dell'Associazione Etica Onlus e del Consorzio ProOfanto.

La conclusione dei lavori riguardante un eventuale Protocollo d'Intesa e il marchio collettivo comunitario avrà luogo nella seconda decade di Febbraio. Prima di iniziare i lavori il Presidente dell'Associazione Etica ha consegnato ai presenti una lettera, molto apprezzata e condivisa da tutti.

Ecco il testo della missiva.

 

Nella riunione del Direttivo e dei soci fondatori che ha avuto luogo presso l'Aula della Giunta C., il 28 novembre scorso sono state evidenziate e sottoscritte dai presenti le finalità che l'Associazione Etica Onlus si è posta e intende di raggiungere.

Nell'ultimo incontro che ha avuto luogo presso l'Aula Consiliare alla presenza del Sindaco Antonio Giannatempo,  del Presidente della Confagricoltura Onofrio Giuliano, del Presidente della Bella di Cerignola il Conte Stefano Pavoncelli, del Presidente della Cooperativa Olivacoopbdc Franco Demonte, del Presidente Regionale della CIA  Matteo Valentino, del  delegato della Confcommercio di Cerignola Vincenzo Specchio, dell'imprenditore Leonardo Amoruso, dei Vice Presidenti dell'Associazione Etica Onlus Michele Grasso e Savino Laguardia,  sono state ampiamente messe in evidenza le difficoltà economiche riscontrate dai produttori della nostra terra.

Tutti i relatori hanno fatto un'analisi molto realistica del problema e tutti hanno diagnosticato un male che richiede una terapia urgente che non può trovare soluzione nelle parole, nel pianto e nell'isolamento. La crisi c'è, le difficoltà sono sotto gli occhi di tutti, ma noi abbiamo i mezzi e i valori naturali per uscire dal “pantano” e restituire serenità e assicurare un futuro decente ai nostri figli e alle nostre famiglie.

Oggi siamo qui non più per parlare o fare diagnosi dolorose, ma per trovare la terapia utile e in grado di restituire valore alla vita. Noi abbiamo i migliori prodotti della terra e dobbiamo valorizzare e difendere il patrimonio prezioso di Cerignola e dell'intera capitanata. Noi siamo i protagonisti del futuro e possiamo renderlo accettabile, solo operando insieme, dando valore alla parola “associazionismo” che dovrà diventare la nostra bandiera.

Il GAL e tutte le Cooperative devono operare in maniera attiva e intelligente per difendere la qualità del prodotto e insieme si può creare un paniere di marchi che ne garantiscano la qualità, ne evitino la sofisticazione e ne siano i protagonisti per il bene della salute.

Giovedì scorso 17 gennaio ha avuto luogo presso l'Università di Foggia, facoltà di Agraria, il tavolo tecnico diretto dalla dott.ssa Mara Monopoli e incentrato sul tema riguardante la Dieta Mediterranea.

Dall'incontro al quale hanno partecipato esimi personaggi, come riferirà Mara Monopoli, è emersa la necessità di lavorare insieme e investire nell'alimentazione come motore di sviluppo.

Il modello della dieta mediterranea è la base da cui partire per promuovere stili di vita sani e una crescita equilibrata dell'individuo.

L'impatto dell'alimentazione sulla salute è un tema che non fa dormire sonni tranquilli. Per garantire la salute occorre verificare la tipicità del prodotto, di capacità artigiana e di trasformazione

Il dovere dell'ASSOCIAZIONE Etica Onlus è far conoscere il valore dei nostri prodotti e impedire che essi vengano valorizzati da altri, lontano dalla nostra terra. Spesso vediamo che il nostro mosto viene trasformato in vino e poi ritorna nelle nostre mense col marchio doc. La filiera assorbe tutto quello che può essere il guadagno e nelle tasche del produttore non arriva niente Abbiamo il migliore olio e il migliore grano, riconosciuto dal mondo intero, ma non sappiamo difenderne il valore.. L'Associazione Etica Onlus vuole mettere insieme tutti i produttori , le varie Associazioni, le Cooperative e le Istituzioni per difendere il territorio, incrementare il turismo e tutelare i prodotti. In questa direzione è iniziato un percorso attivo e costruttivo con i Cerignolani aderenti all'Associazione “La CICOGNA” che vivono a Roma, Milano e Torino. Questi cittadini amano le loro radici e sono collegati da un simbolo sacro: la Madonna di Ripalta. Questi cittadini non accettano le sofisticazioni e rigettano decisamente che il prodotto originale di Cerignola sia confezionato e commercializzato in città del Nord, Molto lontane. 

Un grande ruolo a livello operativo avrà il PROTOCOLLO D'NTESA tra l'ASSTRAI (Associazione, Salvaguardia e Sviluppo Tevere Trasimeno e Acqua Interne),riconosciuto dal Ministero dell'Ambiente e L'Associazione Etica Onlus.   Le due Associazioni hanno interesse a collaborare e in relazione ai rispettivi compiti istituzionali si pongono i seguenti obiettivi:

1-promuovere lo sviluppo turistico regionale attraverso la valorizzazione del patrimonio storico, naturale e archeologico e dei prodotti della terra;

2-sostenere programmi di salvaguardia ambientale e di sviluppo eco-sostenibile;

3-favorire l'accrescimento della rete imprenditoriale in ambito: turistico, artigianale, enogastronomico, configurando interazioni con progetti interregionali volti alla crescita armoniosa dei territori coinvolti;

4- promuovere iniziative inerenti il circuito delle energie rinnovabili e dell'agricoltura biodinamica.

 L'obietivo dell'ASSTRAI, per quanto riguarda la Puglia è particolarmente orientato a dare un impulso costruttivo alla Valle del Fiume Ofanto, estesa per oltre 2.700 kmq  e che collega l'Appennino Meridionle dell'Irpinia con la costa adriatica pugliese. Il programma è ampio e interessante e non esclude la sicurezza ambientale, la valorizzazione dei prodotti tipici e il turismo.

Il Presidente nazionale, Michele Marino, sostituito in questo incontro dall'Architetto Vincenzo Belpiede, userà tutti i suoi poteri e la sua esperienza maturata durante la permanenza a Plazzo Ghigi per dare il suo prezioso contributo e per creare le basi solite fondate sulla fiducia. .

L'Associazione Etica Onlus ringrazia i partecipanti a questo importante incontro, più allargato rispetto al precedente e da esso  si deve uscire con le idee chiare e con la convinzione che da soli non faremo progressi e rischieremo di finire, come abbiamo già detto, nel “pantano”

Oggi mi permetto ribadire quanto già pubblicato e sottoscritto nella riunione del 28 novembre scorso: Occorre essere uniti, senza alcuna pretesa di primeggiare , occorre firmare un protocollo d'intesa, come avvenuto con L'Associazione Etica Onlus e l'ASSTRAI, e come è stato fatto tra il Parco Nazionale dell'Alta Murgia e il Parco regionale di Lama Balice. Le iniziative ambientali sono determinanti per il nostro futuro e questo protocollo può suscitare grande attenzione da parte dei cittadini di Cerignola, del bacino dell'Ofanto e dei Reali Siti, senza parlare dei turisti  che saranno attratti dal nostro territorio, ricco di potenzialità e di ottima cucina. Noi dobbiamo considerare che la sicurezza alimentare ritorna ad essere l'obiettivo primario della “PAC” (Politica Agricola Comunitaria) e la modernizzazione e la “riaggregazione” della filiera agro industriale è strategica per aumentare e migliorare le produzioni locali, concorrere a rafforzare la tipicità del Made in Italy, competere sul mercato globale, sviluppare i mercati locali e le esportazioni di produzione italiana di qualità. L'agricoltura pugliese ha bisogno di organizzazioni, di commercializzazioni, più  efficienti per valorizzare l'origine dei propri prodotti e aumentare i ricavi.

Questa è una storia che richiede tecnici esperti, i quali devono preoccuparsi di ridurre i costi interni ed esterni alla filiera che ammontano ad oltre l'80 per cento.

L'obiettivo di raggiungere un accordo per avere un marchio collettivo comunitario che certifichi i prodotti della nostra terra è il progetto essenziale espresso dall'Associazione Etica  e dal Consorzio Sviluppo sostenibile Valle dell'Ofanto .

L'antico detto”l'unione fa la forza” deve essere una guida preziosa e dal convegno di oggi si spera venga fuori una scintilla che spinga ognuno a riflettere seriamente e redigere quel Protocollo d'Intesa dal quale ripartire per assicurare un futuro migliore ai giovani, alle famiglie, ai lavoratori del nostro territorio.

Vi ringrazio e mi auguro di continuare, insieme, un percorso che restituisca a tutti valore e dignità.

 Elio Migliorati

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %