Il linciaggio di Giorgia Meloni

"Malgrado le divisioni e le distanze politiche aspre ho stima di Giorgia Meloni" lo dichiara Fabrizio Tatarella, candidato alla Camera in Puglia nella lista di Futuro e Libertà "e credo alla sincerità del suo 'vergognarsi' per le cose a cui ha assistito nel Pdl.

"Mi spiace - prosegue Tatarella- che non abbia trovato il coraggio di ribellarsi prima e che ancora adesso stenti ad uscire dall'equivoco del berlusconismo. Anche le reazioni piccate di Daniela Santanché e di Lara Comi (che peccato!) testimoniano, con la loro volgarità ("non si vergognava quando faceva il ministro?") l'idea padronale che si ha da quelle parti della politica: un incarico è un'elargizione, non il riconoscimento di un merito, e va ripagato con devozione (e spesso con altro) nei confronti del despota. Mi auguro -conclude Tatarella- che Meloni e quanti in buona fede condividono ideali e cultura della destra possano contribuire a chiudere questa pagina squallida ed aprirne una nuova".

Share
Scritto da Redazione