testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Michele Emiliano e la “notte piena di grilli”

La sua seconda giunta non l’ha mai veramente apprezzata: non ha mai nascosto che alcune strane presenze inquietanti, al limite dell’ectoplasmatico, come Francesco Albore e Filippo Barattolo o di pura decorazione estetica, come Gianluca Paparesta, o di assoluta e inconsistente funzionalità, come Marco Lacarra, capace di farsi conigliare persino da un altro “rizzo” pressoché “vacante” come Mario Ferorelli, le ha dovute mettere per tacitare la famelica bulimia di potere dei “partiti” che lo hanno sostenuto (ma che in realtà sono stati sostenuti dal suo carisma e dalla sua capacità di portare alle urne i cittadini).

Michele Emiliano ora si è stancato, anche perché la debacle di Pd e Sel (il Pd in Puglia ha perso praticamente la metà dei voti e ha ridotto all’uno per cento il distacco dai berluscones che era dell’11 per cento) mette a rischio anche il suo futuro politico. Vendola non è intenzionato a lasciare la regione: la sconfitta del centro sinistra in Puglia ha di sicuro contribuito alla “non vittoria” elettorale e alla discrepanza fra Camera e Senato. In queste condizioni è assolutamente impossibile un posto di Ministro per lui e la sua corte dei miracoli (e dunque Nicola Fratoianni e Dario Stefano dovranno “accontentarsi” di fare i parlamentari).

Nel mezzo della bufera, il Pd si comporta come una falena catturata dalla luce: sbatacchia scioccamente le ali incapace di abbandonare il fascino mortale che le sta davanti. Bersani, cui molti stanno consigliando di proporre un monocolore grillino con l’appoggio esterno del centro sinistra (e nessuna richiesta di sottogoverno se vuole sperare che Grillo accetti), non è capace  nemmeno di prendere a calci i suoi dirigenti più perdenti, come Sergio Blasi (e la relativa corte dei miracoli), mentre lo stesso Bersani, forse, oggi capisce perché quel discolo di Emiliano aveva parlato di una sua lista nazionale. 

Nell’impasse generale, con un PDL che in Puglia ha perso sonoramente ma comunque ha surclassato il Pd che ha perso disastrosamente, Michele Emiliano spariglia le carte e su twitter chiede ai trentenni di proporsi come futuri assessori della sua giunta. E’ un segnale, preciso e inequivocabile, ai boiardi semisbronzi di quel che resta del PD pugliese: per ora non vi caccio a pedate, gente inutile e proterva, a voi e ai vostri assessori incapaci (e a dire il vero anche altre forze di maggioranza, fra cui la defunta UDC, hanno espresso assessori e assessore incapaci, ma tan’tè). Ma la mia prossima mossa l’avete capita. Se il Pd pugliese andrà commissariato, è probabile che sia il suo presidente, molto e saggiamente defilato durante la campagna elettorale, a gestire la transizione.

Emiliano sa che il malessere generatore di Grillo e del grillismo, al netto di tutte le dietrologie che vorrebbero il comico genovese frutto avvelenato di logiche “straniere” come a suo tempo si disse di Antonio di Pietro (e Casaleggio, guarda caso, era anche con Di Pietro all’alba dell’IDV), non è campato in aria: in anni di severa crisi, con il 45 per cento dei ragazzi a spasso, con gente che a 50 anni non lavora più ma deve comunque mangiare e pagare le bollette, mantenere lo stipendio ad assessori di cui nessuno sentirà la mancanza, può davvero scatenare una rabbia popolare che siamo fortunati a veder sfogare nelle urne.

Prendersela con Emiliano perché ha capito che quando la nave affonda c’è solo da dare il si salvi chi può, mantenendo un minimo di decoro e organizzazione è da stupidi e anche ingrati. Due aggettivi che, al momento, calzano meravigliosamente sul Partito Democratico Pugliese, o su quel che miseramente ne resta. 

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %