testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Puglia occupata, botta e risposta Pdl-Sel, nel silenzio tombale del Pd

Il presidente Vendola ha il dovere di far sapere ai pugliesi quale sarà il futuro prossimo della Regione e con quale programma intende – se intende - riavviare una macchina amministrativa bloccata dal 2010 da un'infinita campagna elettorale.Così si esprime il vicecapogruppo del Pdl Massimo Cassano, all'indomani dell'occupazione dell'Aula consiliare ad opera di alcuni consiglieri regionali del Pdl."La Puglia -prosegue Cassano- i cittadini non possono attendere l'esito degli ennesimi equilibrismi politici, né correre il rischio di diventare ancora una volta soggetti passivi dell'ennesima rincorsa elettorale, magari per un seggio all'Europarlamento. Nelle pur legittime aspirazioni politiche, il presidente della Regione, dia prova di rispetto per le istituzioni che rappresenta e per i pugliesi tutti, in un momento particolarmente difficile per la nostra Puglia".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Giovanni Alfarano (Pdl). "La Puglia ha tanti problemi da risolvere e non può permettersi questa lunga agonia. Ancora una volta Vendola snobba la Puglia mettendo da parte il mandato conferitogli dagli elettori per occuparsi, in qualità di leader nazionale di Sel, delle vicende romane legate alla costituzione del nuovo governo".

Chi ironizza sull'occupazione dell'Aula consiliare è Dario Stefàno, assessore all'agricoltura e neosenatore di Sel, parlando di motivi oggettivi per lo slittamento del Consiglio regionale. Giustamente anche per l'assessore è molto più importante essere domani a Roma per la riunione di Sel che oggi a Bari per amministrare la Puglia

"La paura che Nichi Vendola possa rimanere in Puglia - dice Stefàno -  fa perdere la lucidità ai consiglieri del PDL. Non si spiega diversamente la scelta di occupare oggi l’Aula del Consiglio regionale, che è stato rinviato per esigenze oggettive, come il Presidente Palese dovrebbe sapere. Un gesto che tradisce inequivocabilmente lo stato confusionale del PDL che sa bene di non aver vinto ed è alla ricerca di gesti plateali per dimostrare il contrario".

Di rimando il senatore D'Ambrosio Lettieri. "L'iniziativa dei consiglieri regionali del PdL di occupare l'aula del Consiglio regionale della Puglia è un atto di amore e di responsabilità verso i pugliesi. Ci auguriamo, per il bene della comunità, che il presidente smetta di giocare a rimpiattino col presente e il futuro della Puglia e scelga subito se restare a guidare la Regione o andare in Parlamento, in base agli interessi della collettività e alla situazione, che non può concedersi agonie di nessun genere, tantomeno quelle assoggettate ai disegni di parte e di partito. Occorre rispetto delle persone e delle istituzioni".

Un appello a sospendere l'occupazione arriva da Onofrio Introne, confermando la convocazione della Conferenza dei capigruppo, per giovedì 7 marzo, alle 12,sollecitando i presidenti dei gruppi consiliari a proporre le osservazioni delle forze politiche sulla nuova legge elettorale, da avviare all’esame della commissione affari istituzionali.

Nessuna parola da Introna, invece, sulle motivazioni del rinvio del Consiglio Regionale.

E intanto chi è nel completo silenzio è il Partito Democratico. A cominciare dal capogruppo Decaro fino al segretario regionale Sergio Blasi. Nemmeno mezza parola.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %