testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Ospedale Bonomo, e se venisse usato per i poveri?

Adottare l'Ospedale Militare Bonomo di Bari e trasformarlo da un bellissimo ma inutile complesso in qualcosa di fondamentale per i tristi tempi che corriamo.

L'idea è venuta a Realtà Italia, il movimento politico nazionale nato poco prima delle ultime elezioni politiche che ha aperto una propria sezione welfare, appunto per affrontare le emergenze di una crisi economica che sembra non voler passare. Abbiamo sentito sull'argomento Vincenzo Brandi che di Realtà Italia è il responsabile Enti Locali.

"La Puglia si riprenda i propri contenitori utilizzando le strutture lasciate abbandonate per farle divenire Centri di accoglienza per i poveri. In ogni Comune della Puglia vi sono strutture civili e militari non utilizzate, tra cui per esempio: a Brindisi la Caserma Ederle dell’Esercito Italiano in pieno centro storico e la Base Nato di San Vito dei Normanni; a Taranto l’ex Manicomio; a Lecce la Caserma Pico dell’Esercito Italiano e le Casermette insistenti sulla strada provinciale per Monteroni. Partiamo da Bari" afferma Brandi.

E prosegue: "Bari non è solo Teatro Margherita. Il Sindaco Emiliano ha il dovere morale e politico di pensare ai trentamila poveri che popolano la nostra città. Adottiamo l’Ospedale Bonomo e facciamolo diventare un grande Centro Polifunzionale di Accoglienza, assistenza e lotta alle povertà! Pochi sanno che all’interno della struttura Bonomo esiste una moderna mensa in grado di sfornare mille pasti caldi al giorno. Pochi sanno che la struttura Bonomo è dotata di decine di posti letto utilizzabili".

E proprio da questo punto di vista la situazione in città è gravissima, infatti "a Bari ci sono oltre trentamila poveri" afferma Brandi" e nella stragrande parte dei casi si tratta di "nuovi" poveri creati dalla crisi economica che, al momento, non sembra voler abbandonare il nostro paese e buona parte dell'Europa. Persone abituate a lavorare duramente, che hanno tirato su famiglie intere, che hanno fornito a figli e nipoti quel sostegno indispensabile per andare avanti dignitosamente. Pensionati, disoccupati in età critica, giovani famiglie senza un apparente futuro.
La solidarietà privata o religiosa, da sola, non ce la fa più: e nè sarebbe giusto perchè la Cittadinanza è aiutarsi, la civitas è farsi comunità operante. A di là dei credi, delle religioni o del pensiero politico.
Se tutti facessimo la nostra parte potremmo avere, così, un dormitorio pubblico, un poliambulatorio, una mensa, un centro di formazione e alfabetizzazione in grado di fronteggiare le emergenze e le nuove povertà. E quando inizierà la crescita, quella struttura potrà sempre restare punto di accoglienza e centro interculturale aperto al mondo. Vi sono decine di associazioni in grado di gestire tutto ciò, convogliando utilmente contributi e donazioni private".

"E allora - sottolinea Brandi - bando agli indugi. A Bari abbiamo un Ospedale Militare dismesso che però è perfettamente in grado di essere immediatamente rimesso in funzione, senza alcun bisogno di costosi lavori. Perchè non adottarlo dal Ministero della Difesa e farne il più formidabile Centro Polifunzionale di Accoglienza, assistenza e lotta alle povertà? Noi di Realtà Italia siamo prontissimi a mettere a disposizione dei cittadini di Bari la nostra rete nazionale, fatta di professionisti delle più varie branche e di grandi e generose personalità di livello europeo. Raccogliamo le firme per far sentire la nostra voce!"

Realtà Italia sta predispondendo logisticamente la raccolta delle firme, attraverso il portale istituzionale www.realtaitalia.it, alla sezione welfare. Un modulo scaricabile su cui i cittadini e le cittadine potranno apporre la propria firma e quella di almeno altri dieci persone, da restituire poi via email. Ma sono in programma anche eventi di sensibilizzazione davanti al Bonomo e davanti al Comune di Bari, perchè il sindaco Michele Emiliano interloquisca con il Ministero della Difesa sulle sorti dell'Ospedale Militare di Bari.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %