testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Il Pdl si chiama a raccolta sui referendum sulla giustizia

 

I quesiti referendari promossi dai Radicali sulla giustizia hanno trovato in Puglia una sponda nel Pdl, che sta mobilitando proprio in questi giorni i suoi uomini e le sue strutture per la raccolta delle firme. Il Coordinatore ed il Vice Cordinatore Regionale PDL Francesco Amoruso ed Antoniuo Distaso, ilPresidente del Gruppo Consiliare PDL alla Regione Ignazio Zullo e Tommaso Francavilla, loro delegato al coordinamento delle iniziative referendarie sulla Giustizia Giusta, hanno inviato ai  Parlamentari, Consiglieri Regionali, Amministratori Provinciali e Comunali e dirigenti del Partito una nota in cui si rammenta l’impegno del Pdl  nella raccolta di firme per la promozione dei Referendum ad iniziativa radicale sulla Giustizia giusta.

“Si tratta di un’occasione storica e forse irripetibile per ripristinare nel nostro Paese elementari condizioni di uno Stato di diritto, di cui le recenti vicende relative al Presidente Berlusconi hanno clamorosamente confermato la necessità e l’urgenza” ha sottolineato Tommaso Francavilla.

I referendum in questione riguardano 1)  una effettiva “responsabilità civile dei Magistrati”: allo stato gli unici lavoratori che non rispondono dei  propri gravi errori e/p misfatti a carico di cittadini, per risarcire i quali deve provvedere lo Stato con le risorse dei contribuenti: 2) il contrasto all’ abuso della “custodia cautelare”. In un sistema carcerario ampiamente al di sotto della decenza la maggioranza dei detenuti è in  attesa di giudizio; 3) una reale separazione delle carriere dei Magistrati tra PM e Giudici, sulla quale si fonda la doverosa eguaglianza tra difesa ed accusa nel processo: 4) il rientro di tutti i Magistrati nelle proprie funzioni, in modo da evitare pericolose commistioni e da garantire in tempi accettabili gli adempimenti del fondamentale Servizio-Giustizia.”

I firmatari della nota rammentano che “i moduli per le sottoscrizioni sono già a disposizione degli organi di Partito a partire dai Parlamentari e sono comunque  già operativi presso le Segreterie Generali dei Comuni. Le firme possono comunque essere autenticate da Consiglieri Provinciali e Comunali che sono all’uopo invitati ad attrezzarsi, a mobilitarsi ed a mettersi a disposizione.”

“I Coordinamenti Provinciali –prosegue la nota- organizzeranno altresì, a strettissimo giro, riunioni operative per l’organizzazione di tavoli e gazebo in ogni Comune, cui seguiranno in ogni Provincia conferenze-stampa di illustrazione delle iniziative referendarie e di presentazione delle manifestazioni, con la partecipazione dei Parlamentari, dei Consiglieri Regionali e dei rappresentanti istituzionali dei territori  In conclusione si invita ad “accelerare le operazioni, in ritardo per la concomitanza della pausa estiva, in modo da conseguire i necessari risultati entro la prima decade di settembre.”

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %