testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Referendum, il Pdl si mobilita in Puglia

"Quando per la porta della politica entra la magistratura, la giustizia esce dalla finestra".

Una citazione di un Padre Costituente, Piero Calamandrei, fa da incipit a questa campagna pidiellina per cinque dei dodici referendum che i radicali stanno per presentare alla Corte costituzionale. Sono i quesiti che riguardano direttamente la giustizia, nel ricordo di Enzo Tortora, innocente accusato da un pentito evidentemente poco affidabile di essere addirittura un camorrista. Una vicenda umana e giuridica che scosse l'Italia del 1983 e che si concluderà con la piena assoluzione del presentatore, ormai gravemente minato da un cancro ai polmoni.

 

Il Pdl ha deciso in tutta Italia di appoggiare, raccogliendo le firme, questa ennesima kermesse referendaria di Marco Pannella e dei suoi, proprio per sottolineare che ormai una riforma della giustizia è divenuta irrimandabile, al di là e nonostante, le vicende personali di Silvio Berlusconi.

 

Presentando l'iniziativa presso un bar gelateria del centro cittadino, tutto lo stato maggiore del Pdl, guidato dal Senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri, ha insistito nel  tenere distante e distinta  la querelle berlusconiana dell'impegno pidiellino accanto ai radicali, cui si sono aggiunti anche gli esponenti del Nuovo Partito Socialista e, quasi al termine della presentazione, il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, sul quale pare che Raffaele Fitto non abbia più dubbi come prossimo candidato del centro destra barese alla carica di Sindaco.

 

Francesco Schittulli ha anche firmato i cinque moduli di presentazione, come del resto hanno fatto i presenti di fede berlusconiana e alcuni cittadini di passaggio. 

Un gazebo nei pressi di Palazzo Mincuzzi, in via Sparano, sarà allestito per l'intera giornata di sabato 31 agosto, in modo da raccogliere le firme che riguardano:

1. La responsabilità civile dei magistrati
2. Il rientro in ruolo dei magistrati fuori ruolo (per ovviare alle carenze di organico)
3. La limitazione della custodia cautelare
4. L'abolizione dell'ergastolo
5. La separazione delle carriere dei magistrati.

Voci non confermate di fonte radicale davano per imminente un appoggio totale da parte di Silvio Berlusconi di tutti e dodici i referendum, includendo quindi anche quelli che non riguardano direttamente la giustizia.

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %