testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

La destra dispersa

 Negli anni ’90 la Puglia di Pinuccio Tatarella era considerata l’Emilia nera il laboratorio politico della destra italiana. In Puglia è nata la destra di governo. Proprio in Puglia, più che in ogni alta parte d’Italia si assiste ad una frammentazione di quella che fu la destra di Pinuccio capace di conquistare dopo il governo della nazione, quello della Regione e di tutti i comuni e province della Puglia.

Con FLI per Monti e la sua Agenda

La famiglia Tatarella, Francesco Divella, Uccio Curto e Carmelo Patarino, figure storiche della destra pugliese sono da tempo con Fini e, quindi, con Monti. La coalizione montiana debole nel salento a causa della egemonica presenza di Fitto è più forte da Foggia in giù dove le realtà consolidate di Udc e FLI garantiscono una presenza maggiore.

Nel salento però, un altro ex An, Alfredo Mantovano, ormai nell’area Monti, potrebbe coprire il vuoto portandosi dietro il consigliere regionale Congedo. A questo punto la Poli Bortone tornerebbe con il Pdl e Fitto in nome del principio il nemico del mio nemico è mio amico. Certa la sua candidatura in Grande Sud con Cosentino, Dell’Utri e Miccichè, dopo aver annunciato che non si sarebbe ricandidata.

Con Storace ne La Destra

Paolo Agostinacchio guiderà la lista del partito di Storace che in coalizione con Berlusconi con un 2% potrebbe eleggere 5 deputati in tutto il territorio nazionale.

Con La Russa e Meloni

Ultima arrivata la formazione lomardo-sicula gabbiana spera di rieleggere con il 2% 8 parlamentari su oltre 30 uscenti che vi avrebbero aderito poco prima dello scioglimento delle Camere. Non c’è posto per tutti ovviamente e i Crosetto, Rampelli, Beccalossi e Corsaro sono certi. Per questo in Puglia non vi saranno molte adesioni. Una lista che serve a pochi intimi è differente da un progetto condiviso, specie se si mente continuamente. Mai con Berlusconi dissero. Restano con Berlusconi.

Erio Congedo, vicino a Mantovano, ha smentito di esserne il capolista. Gemmato e Ruocco saranno in lista.

Combattuti tra la fedeltà a Gasparri e il nuovo movimento larussiano il senatore brindisino Sacomanno, e il consigliere regionale tarantino Lospinuso. Indeciso Nino Marmo nella Bat. Ma alla fine dovrebbero rimanere tutti nel Pdl.

Con Fitto nel Pdl

Fedeli a Raffaele e ancorati al Pdl, nella speranza di salvarsi, i gemelli, sempre più diversi, di Bisceglie Amoruso e Silvestris anche se il secondo non vede l’ora di ultimare il parricidio sbarazzandosi del suo padre-inventore da 5 legislature in Parlamento.

Rimasti con Gasparri sperano di salvarsi uno al Senato e il più giovane di tornare in Regione, da candidato Presidente, diminuendo le possibilità essere rieletto in Europa.

Casa Pound, Forza Nuova, Fiamma Tricolore, Alba dorata

Frastagliata la galassia della destra estrema. Con la prima meglio organizzata delle alte. Sono destinati a farsi concorrenza sottraendo voti ai partiti di Storace e La Russa

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %