testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

"Siamo noi i riformatori" Fli apre la campagna elettorale

Gianfranco Fini sarà in Puglia per il  15 febbraio e chiuderà a Bari la campagna elettorale il  22 con un comizio insieme a Roberto Menia, Euprepio Curto e Salvatore Tatarella. Sono state le prime notizie fornite dall’europarlamentare cerignolano presentando al sistema mediatico le liste FLI per Camera e Senato.

“Non banalizziamo la campagna elettorale facendo berlusconate o a chi la spara più grossa, a chi toglie più tasse perché prenderemmo in giro gli Italiani” ha esordito Tatarella invitando i giornalisti a non banalizzare i temi della campagna. “Il problema é come si spendono i soldi che si incassano dalle tasse e come riformare il nostro parse, noi di FLI miriamo a questo” ha ribadito. E difatti, in agenda vi sono intanto le riforme costituzionali per eliminare il bicameralismo, dimezzare il numero dei parlamentari, riformare e ridurre le regioni, eliminando le province e accorpando i comuni. “Si tratta di realizzare uno “stato snello che spende di meno, e quindi impone di meno ai suoi cittadini” – ha concluso Salvatore Tatarella lasciando la parola ad Alessandro Ruben, che guiderà la lista per il Senato della Repubblica.

“Senza il nostro aiuto in italia ci saranno ancora i due blocchi di Berlusconi e Bersani. Dobbiamo batterci per i valori che ci legano: legalità, merito e nazione”. Ruben ha sottolineato come i punti più urgenti sono quelli della riduzione delle spese e di una seria strategia per la crescita economica, senza trascurare una seria lotta all’evasione fiscale. Poi, quasi scusandosi per la sua presenza “catapultata” in Puglia, ha ricordato le immense potenzialità della regione in fatto di turismo, energie rinnovabili e, in generale, green economy. Un passaggio anche per le banche (“Devono fare il loro lavoro e dare credito alle imprese”) per poi concludere “Siamo riformatori che davvero vogliono fare qualcosa per il nostro paese. Il futuro dipende solo ed esclusivamente da noi”.

Euprepio Curto, ex senatore e consigliere regionale, che segue Roberto Menia nella lista per la Camera ha ricordato come il ruolo del parlamentare deve avere respiro complessivo e “non essere espressione del proprio condominio”. Ha invitato a non lasciarsi condizionare troppo dai sondaggi e a battersi tutti per il miglior risultato possibile. “Mi voglio porre come obiettivo di contribuire a ricostruire quel mondo della destra frazionato in tanti piccoli partiti. Potevamo essere una grande destra ma ora vogliamo guardare avanti perchè di destra c'è mancanza e ne paga il fio tutto il paese”.

Roberto Menia, che ha firmato la legge che ha istituito la Giornata dedicata ai martiri delle foibe e agli esuli istriani e dalmati, ha ricordato il gesto di dignità e libertà compiuto da Fini in una situazione divenuta ormai insostenibile, in cui l’Italia poteva solo vergognarsi nel contesto internazionale. “Siamo alternativi e competitivi tanto rispetto a Berlusconi che a Bersani e la nostra coalizione nasce nel nome delle riforme compiute insieme dalla società civile e dalla buona politica. Vogliamo essere una voce libera, l’eco di un certo modo di essere destra”.

 
Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %